13.7 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Identikit della Giunta Dipiazza: conosciamo Stefano Avian

14.12.2021 – 11.00 – Prosegue il percorso alla scoperta della nuova Giunta comunale targata Roberto Dipiazza.
Dopo aver (ri)visto alcuni dei volti noti della squadra del primo cittadino – figure ormai solide fin dal mandato precedente – approfondiamo oggi un nuovo tassello del mosaico che compone la Giunta comunale triestina, Stefano Avian, che, con l’alacrità caratterizzante i nuovi inizi, si è concesso a quella che è stata la sua prima intervista, in presenza, in veste di Assessore alle Politiche delle Risorse Umane, con delega al Personale, Ordinamento e Organizzazione degli Uffici, Formazione Personale, Sicurezza sul Lavoro, Relazioni Sindacali, Politiche attive del lavoro.

Un nuovo percorso ma con la stessa linea politica: oltre alla continuità, quali saranno le novità e gli obiettivi più importanti che vorrebbe raggiungere entro la fine del mandato?

“Intanto la Giunta è una continuazione di quella precedente. Il mio predecessore era Lobianco e ora, essendoci insediati da poco, ci stiamo incontrando con tutti i dirigenti per vedere quali sono le maggiori problematiche e comprendere su cosa poter intervenire e iniziare in scala di priorità.
Abbiamo comunque iniziato in un momento molto particolare, solitamente si partiva a maggio, nonché immerso nell’emergenza pandemica, quindi stiamo entrando in punta di piedi in tutte le varie strutture”.

Prima di diventare Assessore, qual è stato il suo percorso di studi e le sue esperienze lavorative? 

“Io sono diplomato in ragioneria, dopodiché mi sono laureato in Scienze politiche e in seguito ho iniziato a lavorare in banca, come gestore”.

Per quanto riguarda invece la sua esperienza politica?

“Ho iniziato la mia carriera in Alleanza Nazionale, di cui sono stato anche Consigliere Circoscrizionale, confluendo poi in Popolo della Libertà, Futuro e Libertà, e, infine, in Fratelli d’Italia, nel quale avevo il ruolo di Segretario regionale amministrativo”. 

Tra tutte queste esperienze, qual è stata quella per lei cruciale per affrontare al meglio ora la carica da Assessore?

“Penso che da tutte le esperienze puoi trarre insegnamento, sia dall’ambito scolastico, perché comunque superiori e università sono palestre di vita, sia dall’ambito lavorativo perché, dopo l’esperienza di formazione, ci si ritrova in un mondo nuovo: io provengo poi da vari mondi, prima quello imprenditoriale, poi quello privato e, ora, pubblico.
Infine anche l’ambito politico è stato ovviamente nevralgico: quindi ogni singola esperienza è importante”.

Come mai è stato scelto per lei questo assessorato e le relative deleghe?

“Devo ringraziare certamente il mio partito, perchè ha avuto fiducia in me: si tratta di un assessorato molto importante e sono davvero onorato di mettermi a disposizione dei cittadini con questo incarico”.

[c.c]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore