Nuova Via della Seta, la Cina continua a investire in Croazia e Serbia

25.07.2019 – 13.47 – Il vice Primo Ministro della Serbia e Ministro degli affari esteri Ivica Dacic ha incontrato ieri, 24 luglio 2019, l’ambasciatore straordinario e Plenipotenziario della Cina alla Serbia, Chen Bo, per discutere future collaborazioni. Un incontro importante, da collocare sullo sfondo di altrettanti accordi con la vicina Croazia, il tutto inserito all’interno del piano per la “nuova” Via della Seta. L’interesse della Repubblica Popolare Cinese verso i Balcani è infatti sempre più forte, così come, in quest’ambito, per il potenziale ruolo di Trieste quale componente chiave della rete infrastrutturale dell’Europa centro-orientale. L’accordo a favore degli investimenti cinesi, avvenuto lo scorso marzo, nonostante i continui attacchi di molte fazioni politiche, Forza Italia in primis, sembra in tal senso un buon punto di partenza.

Serbia e Cina hanno discusso infatti questioni di politica internazionale, ritrovandosi d’accorso sulle proprie buone relazioni economiche, preludio a futuri sviluppi. Intanto, HŽ Infrastruktura, la compagnia ferroviaria croata, ha informato di aver ricevuto dieci offerte per costruire parte della rete ferroviaria responsabile di connettere Fiume con l’Ungheria. Tra le dieci offerte, due erano cinesi e una di queste era tra le più vantaggiose.

L’offerta più bassa proveniva infatti da un Consorzio cinese della “Sinohydro Corporation Limited and Sinohydro Engineering Bureau 4 co”, il quale proponeva un prezzo di 2.41 bilioni di kune (365 milioni di dollari/326 milioni di euro).
Leggermente più alta, ma altrettanto allettante la seconda offerta cinese, da parte della “China Tiesiju Civil Engineering Group and China Railway Electrification Engineering Group”, che offriva 2.83 bilioni di kune.

Rimane dunque evidente come la Cina continui a perseguire con vigore una politica volta a ottenere un accesso al bacino di mercato dell’Europa centro-orientale; in questo contesto, eccezion fatta per opposizioni politiche, vi sono stati e città che giocheranno un ruolo importante per la pura conformazione geografica. Tra questi, i balcani, con Serbia e Croazia, e l’Italia, con Trieste, sembrano ovvi obiettivi su cui puntare.

[Fonti: Croatian and Chinese officials meet and praise cooperation; Chinese companies bidding for Croatian rail project linking Rijeka port with Hungary]