Triestina, contro la Pro Patria “con Billy nel cuore” dichiara Bucchi

27.11.2021 – Appuntamento casalingo, per la Triestina di Cristian Bucchi, nella sedicesima giornata del campionato di Serie C. Gli alabardati, reduci dal bel successo di Legnago, tornano al “Nereo Rocco“, con l’obiettivo di portare negli spogliatoi altri 3 punti dando così continuità a quanto raccolto una settimana addietro. Gara che, essendo la prima casalinga dopo la sua scomparsa, servirà alla Triestina anche per omaggiare adeguatamente il compianto Billy Marcuzzi, in quello stadio che per tanti anni è stato casa sua. “Domani giocheremo con Billy nel cuore” ha infatti ricordato il tecnico alabardato.
Di fronte, un’avversaria che, pur attualmente in una posizione di classifica non certo invidiabile, può comunque rivelarsi insidiosa (chiedere conferma a Juventus U23, Südtirol e Pro Vercelli). Lo sa molto bene l’allenatore alabardato: “È un’ottima squadra, ben messa in campo. Ha un ottimo allenatore, è quadrata, molto solida e sicuramente potrebbe avere qualche punto in più – constata Bucchi – È un avversario ostico, duro da affrontare, ci vorrà sicuramente un’ottima partita.”.
Dopo aver lavorato tutta l’estate al 4-2-3-1, le assenze nel corso della stagione hanno costretto Bucchi ad adottare il 3-5-2 nella prima fase di campionato. Poi, contro il Legnago, l’atteggiamento tattico della squadra è stato più quello di una sorta di 4-3-1-2, assetto che il tecnico giuliano potrebbe riproporre. “Siamo una squadra che per mille esigenze diverse è riuscita ad adattarsi a tante condizioni. Abbiamo utilizzato diversi moduli, anche a partita in corso.” rivendica il tecnico, difendendo la duttilità della propria rosa.
A imporre i tanti cambiamenti, sicuramente, le assenze che anche contro la Pro Patria non saranno certo poche: “Anche questa settimana purtroppo avremo delle defezioni.”  annuncia un rammaricato mister. “Non recupereremo Negro, si è fermato purtroppo Volta, De Luca non sarà a disposizione ancora per qualche giorno.”. Ci sono però un paio di buone notizie: “Recuperiamo Ligi così come Martinez.” conclude l’allenatore.
E.R.