16.4 C
Trieste
sabato, 1 Ottobre 2022

Contro l’Imolese la Triestina si ferma ancora sullo 0-0

07.03.2021 – Ancora una volta, l’Unione stecca. Gli alabardati in emergenza, con attacco e centrocampo ridotti all’osso, trovano contro l’Imolese il quarto pareggio consecutivo. La Triestina non va oltre un deludente 0-0 (il secondo di seguito, dopo quello contro il Gubbio), che permette agli alabardati di prolungare la striscia utile a nove partite, ma lascia allo stesso tempo dei rimpianti per l’ennesima occasione sprecata, contro un’avversaria comunque abbordabile. Emerge di nuovo la sterilità offensiva dei giuliani, che sembrava essere un lontano ricordo con il rientro di Gomez: se l’italoargentino non è in giornata e Litteri (oggi in campo per la prima volta dall’inizio dopo l’infortunio e per tutti i 90′) fatica più del solito a trasformare in gol ogni pallone che tocca (seconda traversa consecutiva per il bomber, stavolta con l’aiuto del portiere di casa), di segnare non se ne parla.

Gli alabardati mantengono la quinta posizione, ma il pareggio contro l’Imolese allontana la Triestina dalle formazioni che la precedono in classifica. Lo 0-0 odierno, infatti, in base ai risultati del pomeriggio potrebbe vedere la squadra di Pillon scivolare a -15 dalla vetta (che comunque ormai da moltissimo non è l’obbiettivo dell’Unione) occupata dal Padova, impegnato in casa contro il Perugia, terzo a +7 sugli alabardati e con due partite da recuperare. Insieme agli umbri, a quota 53 c’è anche il Modena, che giocherà il derby a Carpi con la prospettiva di allungare sulla Triestina. Gli alabardati dovranno dunque guardarsi, piuttosto, da chi li segue: il Cesena ospiterà la Vis Pesaro e potrebbe facilmente portarsi a -1 dai giuliani (con tre incontri da recuperare), mentre FeralpiSalò (42 punti con una gara da recuperare) e Virtus Verona (che è a quota 41) sono impegnate nello scontro diretto.

Imolese – Triestina 0-0: la cronaca.

La formazione messa in campo dal tecnico dell’Imolese, Catalano, per fronteggiare la Triestina presenta qualche sorpresa. Tra i pali, panchinato Siano, gioca al suo posto il secondo Gian Maria Rossi, protetto dalla coppia centrale composta da Angeli e dal rientrante Carini, preferito a Boccardi, mentre i laterali difensivi sono i soliti Rondanini e Aurelio. In mediana, D’Alena viene preferito a Masala per completare il reparto con Lombardi e Torrasi, mentre in attacco, fuori l’infortunato Bentivegna e non ancora pronto il rientrante Morachioli, è Tommasini a fare da spalla a Polidori insieme a Piovanello. Se l’Imolese, pur con diverse assenze, ha comunque delle alternative tra cui scegliere, altrettanto non si può dire per la Triestina, con centrocampo e attacco ridotti all’osso e in cui le “scelte” di Pillon sono obbligate: Maracchi, Calvano e Procaccio fanno la linea mediana, con Sarno a rifinire per Gomez e Litteri, finalmente in campo dal 1′ per l’assenza di Mensah. Meno patemi d’animo in difesa, dove al di là di Lepore, rimpiazzato da Rapisarda, non ci sono assenze e a giocare davanti a Offredi sono i titolari di sempre, ovvero Capela, Lambrughi e Lopez.

Parte con decisione la squadra ospite, che si fa vedere soprattutto con i cross dei vari Lopez e Maracchi (quest’ultimo pericoloso anche con gli inserimenti in area), ma Gomez non è particolarmente ispirato e la difesa dell’Imolese controlla ferocemente l’area di rigore, costringendo così Litteri a cercare maggior fortuna da fuori. I padroni di casa, per allarmare la difesa della Triestina, si affidano soprattutto a Piovanello, che al 14′ arriva al tiro dopo una cavalcata da un’area all’altra, ma la sua conclusione trova l’opposizione di Rapisarda. Nella Triestina si mette in evidenza Calvano, che al 20′ si libera in area e va al tiro mandando la sferaa a lato, mentre poco dopo Litteri cerca un cross che però arriva direttamente in porta, venendo smanacciato dal portiere avversario sulla traversa. La partita va avanti senza grossi spunti: l’Imolese cerca il tiro da fuori con D’Alena, che chiama alla parata Offredi, altrettanto fa la Triestina con Calvano. Poi al 43′ gli alabardati ci provano su corner, con Sarno che trova Gomez, il cui colpo di testa non è eccezionale. La prima parte di gara si chiude quindi sullo 0-0.

Pochi spunti anche a inizio ripresa, con l’Imolese che affida le proprie sortite offensive al solito Piovanello, mentre la Triestina si fa vedere da fuori con Sarno. Gli alabardati sembrano più in partita e cercano di affondare il colpo con i soliti traversoni: particolarmente attive in questa fase le mezzeali, sia con i cross (in particolare Calvano) che con gli inserimenti (soprattutto Maracchi), che però non producono particolari occasioni. Il centrocampo ospite pensa dunque con più frequenza alla conclusione da lontano, ma anche in questo caso sia Calvano che Procaccio non sono pericolosi. La partita si avvia dunque verso la fine: l’Unione prova ancora a farsi vedere dalle parti di Gian Maria Rossi con i lanci in profondità verso le punte, che non hanno particolari esiti, mentre l’Imolese ricorre ancora ai tiri da fuori con Tommasini e Provenzano, ma nulla di fatto. Le ultime occasioni della partita sono proprio negli ultimi secondi del lunghissimo recupero (dovuto all’infortunio dell’assistente Lenza, sostituito come guardalinee nel finale dal quarto uomo Virgilio) su una punizione di Sarno e sul seguente corner battuto da Lopez che trova la testa di Litteri. Ma la palla non entra. E contro l’Imolese, per la Triestina, matura il secondo 0-0 di fila.

Imolese – Triestina 0-0: il tabellino.

Imolese – Triestina: 0-0.
Imolese (4-3-3):
G. Rossi, Rondanini, Angeli, Carini, Aurelio; Lombardi (54′ Provenzano), Torrasi, D’Alena (67′ Masala); Tommasini, Polidori, Piovanello (90’+5′ Boccardi). In panchina: Siano, Nannetti, Alboni, Cerretti, Masala, Onisa, Sabattini, Laghi, Mattiolo, Morachioli. Allenatore: Catalano.
Triestina (4-3-1-2): Offredi; Rapisarda, Capela, Lambrughi, Lopez; Maracchi, Calvano, Procaccio (90’+4′ Brivio); Sarno; Litteri, Gomez (69′ Granoche). In panchina: Valentini, T. Rossi, Ligi, Tartaglia, Struna, Palmucci. Allenatore: Pillon.
Arbitro: Di Cairano (Ariano Irpino). Assistenti: Del Santo Spataru (Siena), Lenza (Firenze). Quarto uomo: Virgilio (Trapani).
Note: Giornata fresca e soleggiata, terreno di gioco in cattive condizioni. Ammoniti: Capela, Litteri, Sarno (T), Rondanini, Angeli (I). Espulsi: nessuno. Recupero: 2′ e 9′.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore