“Match Improvvisazione Teatrale”: lo spettacolo-sfida all’ultima battuta

25.10.201816.03 – Sabato 27 ottobre alle ore 18.30 presso il Teatro di San Giovanni, in via San Cilino 99, si terrà lo spettacolo-sfida “Match Improvvisazione Teatrale“, organizzato dall’associazione culturale IMPROVVISAmente, che vedrà per l’occasione l’esordio della squadra di Trieste, in una sfida all’ultima battuta contro la squadra di Parma che detiene il titolo di campione in carica.

Con il termine “match di improvvisazione” si fa riferimento ad un format concepito in Canada quarant’anni fa dai registi teatrali Robert Gravel e Yvon Leduc: si tratta di uno spettacolo che si colloca a metà strada tra un incontro sportivo ed una sfida di abilità tra attori. Le due squadre in competizione salgono sul palco vestite da giocatori di hockey e si affrontano creando loro stessi tramite la loro immaginazione, la scenografia all’interno della quale si collocano le diverse situazioni che l’arbitro, in questo caso giudice nonché regista della serata, suggerisce andando a proporre numerosi temi e stili di interpretazione, alcuni dei quali selezionati tra i suggerimenti del pubblico stesso. Ogni improvvisazione ha una durata complessiva di 10 minuti, al termine ogni spettatore deve esprimere il suo giudizio tramite l’assegnazione del suo voto alla squadra che lo ha divertito di più, chi al termine del match avrà ottenuto più punti si aggiudica la vittoria.

Si tratta quindi di una vera e propria sfida dove i partecipanti si contendono le risate del pubblico, dando origine ad uno spettacolo dove gli spettatori stessi sono chiamati ad interagire tramite il voto ed i suggerimenti riguardanti i temi da trattare. Questa tipologia di format ha avuto un enorme successo sia a livello nazionale, con il coinvolgimento di oltre trenta città italiane, ma anche a livello internazionale, con campionati e tornei che culminano con una sfida a livello mondiale.

La regia dello spettacolo è affidata a Max Caiti, attore professionista che cura assieme a Daniele Ferrari la direzione artistica della scuola di improvvisazione triestina e lo spettacolo avrà una durata complessiva di due ore.