33.6 C
Trieste
lunedì, 4 Luglio 2022

Trieste, scontro canoa-motoscafo sulle Rive, aperta un’indagine

07.02.2022 – 15:55 – Nella mattinata di ieri, una giovane canoista impegnata in una sessione di allenamento in singolo mattutina nello specchio d’acqua tra il Molo Audace ed il Molo IV, è stata investita da un motoscafo, attorno alle ore 10:00. L’atleta, una sedicenne triestina in forza alla Società biancoazzurra della SGT Nautica, fortunatamente non ha riportato gravi ferite ma per precauzione è stata tradotta comunque presso l’Ospedale Infantile Burlo Garofalo del Capoluogo Giuliano. Secondo le prime indiscrezioni, verificate con le autorità, l’imbarcazione a motore era condotta da un allenatore del Circolo Canottieri Saturnia, anch’egli in mare con i propri atleti, intento a coordinare l’allenamento di un gruppo di ragazzi. Stando a quanto riferito dal padre della sedicenne, il tecnico stava osservando i propri ragazzi senza badare alla direzione verso la quale, a velocità sostenuta, si stava dirigendo il proprio mezzo. Allo stesso modo, la ragazza, stava svolgendo il suo allenamento in singolo e procedeva di schiena vogando verso la riva. Una volta accortasi che qualcosa non anadava, l’atleta si è fatta cadere di lato; nel frattempo, il motoscafo le è planato sulla canoa e lei è rimasta impigliata con le gambe attaccata ai supporti a strappo della sua imbarcazione sportiva. Fortunatamente, la testa è rimasta fuori dall’acqua anche se il moto ondoso talvolta l’ha fatta immergere. Secondo quanto riferito dal padre della giovane, in suo soccorso si è precipitato il conducente del motoscafo, il quale, preso dal panico non è riuscito nel suo intento rischiando anche di affogare. Per un caso fortuito, in loco era presente un’atleta del Saturnia esperta in tecniche di salvataggio. La ragazza si è quindi tuffata in mare e, immergendosi sotto la canoa trattenendo il respiro, è riuscita a slegare la sedicenne permettendole di riemergere. Tuttavia la temperatura corporea della giovane atleta SGT aveva iniziato ad abbassarsi notevolmente sviluppando un principio di ipotermia. “Ho creduto di non rivedervi più” – ha dichiarato la giovane al papà. “E’ terribile quanto mi è stato riferito da mia figlia – ha commentato il padre della sedicenne – dopo essermi consultato con il mio avvocato avvierò le procedure legali del caso”. Stando a quanto riferito dal padre ai nostri microfoni, nella giornata di ieri sembrerebbe essere stato contattato da altri canoisti i quali avrebbero riferito che tale “svista” da parte del tecnico del Saturnia si era già verificata in passato ma fortunatamente senza conseguenze. “Sono stato contattato dall’allenatore del Circolo Canttieri il quale si è prontamente scusato per quanto accaduto – ha continuato il padre -. Tuttavia sono rimasto molto amareggiato dal non aver visto nessun responsabile del Saturnia venire a trovare mia figlia all’Ospedale e nessuno mi ha nemmeno chiamato. Hanno preferito pubblicare un comunicato del Presidente sulla stampa locale”.

“La colpa è di chi investe, se l’allenatore avesse guardato meno i suoi atleti e si fosse guardato più intorno questo non sarebbe accaduto” si legge nelle dichiarazioni rilasciate dal Presidente del C.C.Saturnia, Gianni Verrone. “Tuttavia bisogna precisare che è stato lui a intervenire per primo. Con l’ufficiale della Capitaneria abbiamo concordato una conferenza con le altre società per far sì che situazioni come questa non accadano più” – ha dichiarato il patron della società di Viale Miramare.

Ora la ragazza vittima dell’incidente sta bene ed ha fatto rientro presso la sua abitazone. Sul caso, ad ogni modo, è stata aperta un’indagine da parte della Capitaneria di Porto di Trieste per far luce sulle responsabilità personali dei soggetti coinvolti nel sinistro e tutti gli aspetti legati alla sicurezza. Nel frattempo il padre della giovane canoista ha lanciato un appello sul proprio profilo facebook affinchè chiunque avesse filmato o semplicemente visto la scena possa aiutarlo a ricostruire quanto più fedelmente possibile la dinamica del fatto.

 

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore