13.2 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

La Camera di Commercio mette all’asta il Palazzo Dreher: prezzo base 12 milioni

28.02.2022 – 07.01 – Il Palazzo Dreher di Trieste, contrariamente ai piani di qualche mese addietro che ne prevedevano la vendita a diversi acquirenti per farne uffici e alberghi, verrà invece messo all’asta in blocco. Incerto il futuro del Museo Commerciale di Trieste e della sua biblioteca e archivio: una prestigiosa esposizione progettata ad hoc dagli architetti Luciano Celli e Guido Botteri nel 2005 e che comprende preziosi manufatti parte integrante della storia giuliana.
La Camera Di Commercio della Venezia Giulia ha intanto pubblicato un avviso di asta pubblica per alienare l’edificio di via San Nicolò 7, con un prezzo base di 12 milioni di euro. Sono esclusi dalla transazione soltanto i beni mobili, cioè il suddetto Museo Commerciale, il cui futuro rimane però sconosciuto e il cui valore reale era legato alla posizione all’interno dell’edificio stesso.
Se è vero che la Camera aveva restaurato l’edificio nel 2020, quest’intervento si è limitato agli spazi interni; rimangono invece prive di una sistemazione le sale interne che comprendevano un vasto apparato decorativo tra il liberty e l’art decò. Un intervento che non avverrà a causa, secondo una dichiarazione del presidente camerale Antonio Paoletti, dell’elevato costo delle materie prime verificatosi tra 2021 e 2022.

Il Palazzo chiamato Borsa Nuova nacque come ristorante di città della fabbrica di birra Dreher situata nella zona del Boschetto. Il modello era quello delle birrerie multipiano della Baviera e della Germania meridionale, col sovrappiù d’un lusso caratteristico della Belle Époque. Venne progettato dagli architetti Emil Bressler e Gustav Wittrisch titolari di uno studio a Vienna e successivamente costruito dalla fine del 1908 al 1910. Annoverò a lungo il titolo di palazzo più grande della città: contava fino a 19 stanze, poteva accogliere fino a 2000 persone e aveva anche un giardino sul tetto. Dopo la crisi successiva alla Prima Guerra Mondiale, risultò troppo dispendioso da mantenere e quindi venne convertito, appunto, in sede della Borsa.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore