12.7 C
Trieste
lunedì, 5 Dicembre 2022

Palazzo Dreher, CCIAA ipotizza un recupero (e riuso) degli interni

06.07.2021 – 07.30 – Orgoglio della Dreher, il più grande albergo della città, stravaganza luccicante tipica della Belle Époque: era un tempo questo e di più lo storico palazzo Dreher, prima che i fasti d’inizio secolo cedessero il passo alla prima guerra mondiale e ai decenni che seguirono. Oggigiorno il Palazzo Dreher è un guscio vuoto: se gli esterni sono stati da tempo ristrutturati, gli interni rimangono ancora da restaurare. Una possibile soluzione potrebbe giungere, nei mesi a venire, dalla scelta della Camera di commercio di mettere a reddito parti dell’edificio, cedendole a diverse compagnie interessate.
Teoricamente, secondo quanto riportato da Il Piccolo, il primo piano potrebbe essere destinato alle assicurazioni, il secondo piano a un ufficio privato e a un’attività “ludico-ricreativa”, il terzo piano a un’azienda triestina e a uno studio legale. Il quarto piano verrebbe destinato a un’associazione locale e a tre uffici. Il quinto piano infine diventerebbe luogo di appartamenti di lusso. Verrebbe, nell’operazione, conservato il Museo Commerciale, chiuso da tempo.

Si tratta, va da sé, di ipotesi da prendere cum grano salis: un eventuale utilizzo dell’edificio non potrebbe comunque prescindere dal rinnovo degli interni, a partire dall’ascensore, procedendo con luce, gas, clima e infissi. Occorre sottolineare con forza come si tratti di un edificio di grande pregio anche nell’arredamento e nella struttura interna: ogni singolo dettaglio, dalle maniglie, ai fermaporta, agli infissi delle finestre, è pesantemente decorato in stile liberty, con un gusto artistico altrettanto pregevole dell’esterno.
In quest’ambito occorre inoltre rilevare come il Museo commerciale sia una parte importante dell’edificio che include un archivio con materiale librario di grande valore, specie per la storia locale; una sua riapertura in tal senso dovrebbe anche comportare un riesame del patrimonio archivistico, rivolgendo una certa attenzione anche a eventuale materiale di pregio esistente nell’edificio.
Se la ristrutturazione rinvenisse i fondi e l’approvazione della Giunta camerale, i lavori potrebbero partire nel 2022.

[z.s.]

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore