La Chamber Music riparte dal Teatro Miela con il duo Silver-Garburg

06.01.2022 – 09.48 – La musica di Igor Stravinsky, riletta dal Duo pianistico Silver – Garburg, sigla l’atteso debutto della nuova Stagione Cameristica promossa da Chamber Music Trieste per la direzione artistica di Fedra Florit, pianista e musicologa: appuntamento mercoledì 12 gennaio, alle 20.30, al Teatro Miela di Trieste.
Sarà l’occasione per ascoltare dal vivo un Duo celebrato sulle scene musicali del nostro tempo a ogni latitudine, dalla Carnagie Hall al Lincoln Center, dal Musikverein di Vienna al Festival di Salisburgo, dalla Sydeny Opera House alla Filarmonica di Berlino: perchè nella grande arte del duo pianistico, Sivan Silver e il suo partner Gil Garburg stanno riservando a questa formazione una nuova e luminosa cornice.
Il recital sarà interamente dedicato a Stravinsky, con le note di Petruška e de La sagra della primavera, entrambe nella versione originale del compositore per piano a 4 mani.

«Un programma – spiega la direttrice artistica Fedra Florit – perfettamente esplicativo del tema di questa Stagione 2022, “Cromatismi”: il cartellone è progettato per un viaggio fra mille nuances e gradazioni musicali e le partiture di Stravinsky ci faranno viaggiare in un saliscendi di trascinanti sonorità».
Nella scrittura di Petruska si incrociano infatti molti motivi, stilisticamente assai diversi e sempre atomizzati, che Stravinsky ha intessuto insieme come in un originale caleidoscopio sonoro: ci sono note popolaresche, echi di canzonette e marce, valzer e polke, temi bandistici e brillanti. Dell’originale per orchestra Stravinsky ricavò dieci anni più tardi, nel 1921, una riduzione per pianoforte solo, una trascrizione che esplora le possibilità espressive dello strumento. Centrale nella produzione di Stravinsky fu anche la partitura della Sagra della primavera, di una comunicativa immediata, composta nel 1912: «un giorno, in modo assolutamente inatteso giacché la mia mente era occupata da cose affatto diverse, intravidi nell’immaginazione lo spettacolo di un grande rito sacro pagano: i vecchi saggi, seduti in cerchio, osservano la danza di morte di una vergine che essi stanno sacrificando per propiziarsi il Dio della primavera», così scrive Stravinsky nelle sue Cronache.

La Stagione Cameristica Chamber Music proseguirà con quindici grandi concerti fino al 14 dicembre 2022: Cromatismi” è il cartellone numero 27 allestito al Teatro Miela, con l’eufonica camera acustica in legno realizzata da SuonoVivo con il sostegno dei Soci e della Fondazione CRTrieste. Campagna tesseramento presso la sede ACM, biglietti e abbonamenti presso TicketPoint Trieste, info www.acmtrioditrieste.it.

[i.v.]