18.3 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Proteste no pass, Fedriga: “In caso di zona gialla interverremo per limitare rischio contagio”

09.11.2021 – 11.45 – Mentre cresce il timore di commercianti, albergatori e ristoratori triestini, che temono le conseguenze economiche delle recenti proteste contro il Green Pass, tra chiusure e locali del centro vuoti, e aumenta il numero di contagi sul territorio, l’ombra di un possibile ingresso del Friuli Venezia Giulia in zona gialla si fa sempre più pressante e la città sembra ormai spaccata in due. Da un lato gli ottomila partecipanti del corteo di sabato che hanno sfilato per le vie del centro cittadino, dall’altro una cospicua fetta di cittadini che ha deciso invece di sollevare la propria voce in segno di protesta a favore dei vaccini e del Green Pass, ovvero i 60mila dell’Appello a Trieste.
“Non possiamo dire ‘non si fa più niente’. A questo punto cercheremo però di limitare” è stato ieri il commento di Roberto Dipiazza dopo che il Ministero dell’Interno ha fatto sapere che i cortei non possono essere vietati, purché ovviamente avvengano nel rispetto delle regole.
Sulla stessa linea anche il presidente della regione Massimiliano Fedriga che ai microfoni di Telefriuli ha affermato che, in caso di ingresso in zona gialla, la regione intenderà intervenire: “Le regioni in zona bianca – ha continuato il presidente – non possono fare misure più restrittive, se ci dovessimo trovare di fronte alla zona gialla invece la regione ovviamente interverrà per andare a limitare situazioni pericolose per l’aumento dei contagi. Il nostro obiettivo come sistema regionale è quello di impedire nuove chiusure. E quindi lavoreremo perché l’irresponsabilità di pochi non si traduca in un danno per tutti.
Non è che pochi possono limitare la libertà di tutti – ha aggiunto – una cosa è manifestare, esprimendo legittimo dissenso, un’altra è limitare la libertà degli altri. Trieste è stata colpita dal punto di vista economico e lavorativo. Pensiamo ai danni economici che si continuano a creare a causa delle manifestazioni, ai danni dei commercianti, che vogliono lavorare.”
[Beatrice Rizzo; Nicole Petrucci]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore