La Forza e la Materia di Maria Bramasole come lirica a Nikola Tesla

27.09.2021 – 09.00 – Passato, materia e mondo fisico sono gli elementi dominanti del progetto in onore di Tesla dell’artista Maria Bramasole, attraverso i tessuti e le tecniche di maglieria. Il titolo della sua opera, che s’inserisce nell’ambito della mostra “Nikola Tesla: un uomo dal futuro(fino al 10 ottobre al Magazzino 26) è Force & Matter / Forza e Materia che prevede un’installazione cartacea arricchita dall’arte digitale, dove la figura di carta rappresenta simbolicamente il presente come attimo fuggente nella sua mutevolezza, che coinvolge ogni essere umano nella sua totale completezza con gli altri e con l’Universo. Ad accompagnare la carta, ci sarà una videoproiezione a loop di tre minuti che richiama il mondo futuro non ancora vissuto, quindi solo immaginato e per questo immateriale. Una figura bianca ricoprirà lo spazio con la sua presenza alludendo così ad un “luogo” dove ogni cosa è possibile. L’opera della Bramasole si rivela una lirica a Tesla, fonte inesauribile di creazione e progresso, un continuo ponte tra il passato e il futuro, passando inevitabilmente per il presente, toccando le vite di ognuno.

[Maria Bramasole si laurea presso la Facoltà di Arti Applicate di Belgrado (Serbia) e consegue un master presso l’Università di Arte e Design di Linz (Austria). Ad oggi è membro dell’Associazione degli artisti di arti applicate e designer della Serbia (ULUPUDS), di cui è stata vincitrice di una mostra. Attraverso l’uso della fotografia, dell’arte tessile, cyber, cartaria e digitale, Maria Bramasole cerca nel suo linguaggio artistico di rappresentare e trasmettere la transitorietà della vita e delle cose, l’attimo e la sua fugacità intesa in termini di fragilità e l’esistenza nei lampi di momenti apparentemente ordinari. Ritiene e sottolinea sempre che “dipende da noi quello che useremo nella nostra creazione” e coerentemente al suo concetto, riflette nella sua arte la ricerca assidua di esso].

Di seguito proponiamo le mostre a cui Maria Bramasole ha partecipato:

  • Biennale degli arazzi, Belgrado, 2021. (C’era una volta in un ciclo, installazione tessile)
  • Biennale Internazionale di Opere di Carta, Kragujevac, 2020 (Frammenti di memoria, installazione cartacea)
  • PREMIERE VISION, rinomata fiera tessile, Parigi, 2018 / Londra, 2019 (collezione Tribù / LIT)
  • LENTOS Kunstpreis, Museo d’Arte Lentos, Linz, 2018 (Innumerevoli universi, assemblaggio)
  • Art Fair Vienna, DOMOTEX, fiera d’arte, Vienna, 2018 (Territorio proibito, tappeto)
  • Vienna Design Week, Vienna, 2018 (Pezzi tessuti, piccoli arazzi)
  • Best Off, Linz 2017 / 2018 (Il passare, posa carta/tessuto)
  • Ars Electronica Festival, Radical Atoms, Linz, 2016 (Sonic Degrees of Freedom, installazione audio-visiva con robot KUKA LBR iiwa)
  • Bologna Design Week, Bologna, 2016. (Sedia, installazione di tessuto)
  • Salone dell’Architettura, Museo di Arti Applicate, Belgrado, 2015 (Schermo, installazione di tessuto)

Tra le sue opere mette in evidenza:

  • Voglia in fili, mostra personale di installazioni tessili, Galleria Singidunum, Belgrado, 2020
  • Memorie, mostra personale, installazione tessile/carta 10m x 10m, Museo Nazionale di Valjevo, 2019
  • C’era una volta in un ciclo, mostra personale, installazione multimediale 7mx7m audio-tessile, HolzHaus, Linz, 2018
  • La voce del tessile, mostra personale di installazioni tessili interattive, AudiMax, Linz, 2018
  • Transitorietà, mostra personale, installazione tessile/carta 7m x 5m, Display, Linz, 2018
  • OM-Zero, letto portatile, installazione tessile, Mixer Festival, Belgrado, 2018
  • AdHoc Accetto, performance, KunstUni, Linz, 2017

 

f.s