Decapitata da ignoti la sagoma di capriolo di viale Cacciatore

29.07.2021 – 10.18 – Decapitata da ignoti una delle due nuove sagome di capriolo posizionate in modo strategico lungo il viale Cacciatore, in corrispondenza dei solchi di attraversamento degli animali selvatici, in prevalenza privilegiati dai caprioli, e dove purtroppo si verifica il maggior numero di investimenti di questi animali. Lele e Stefi, questi i nomi delle due sagome, erano stati installati lo scorso maggio su iniziativa dell’assessore comunale agli Affari Zoofili Michele Lobianco, ideata in collaborazione con l’ENPA.
“Trieste ha un patrimonio enorme di fauna selvatica in ambito territoriale: caprioli, volpi, faine, scoiattoli, cinghiali che dobbiamo tutti rispettare e tutelare, soprattutto evitando di investirli lungo la strada, pertanto rallentando l’andatura dei veicoli” aveva spiegato l’assessore Lobianco, augurandosi che le ‘sagome-simbolo’ riuscissero a sensibilizzare l’attenzione delle persone e l’interesse anche da parte dei bambini.

b.b