Struccante occhi: come rimuovere il make-up in caso di ipersensibilità?

27.04.2021 – 13.13 – Il problema degli occhi sensibilissimi è piuttosto diffuso tra le donne e si manifesta molto spesso attraverso la comparsa di arrossamenti e irritazioni.
L’ipersensibilità della zona oculare può dipendere da diversi fattori, come per esempio la predisposizione genetica. In ogni caso, anche l’uso frequente o continuo di lenti a contatto può portare alla manifestazione di questa condizione.
Risulterà quindi molto importante scegliere con attenzione il make-up con cui valorizzare gli occhi, optando per prodotti non invasivi e per struccanti altrettanto rispettosi della cute, così da eseguire una beauty routine ottimale che sia in linea con le proprie necessità.
Il consiglio è di optare per uno struccante studiato appositamente per gli occhi sensibilissimi, un prodotto specifico che permette di trattare al meglio la pelle di una zona tanto delicata. In commercio è possibile trovare numerose proposte in tal senso, ma per essere sicuri di impiegare soluzioni di qualità è importante affidarsi alle migliori realtà di riferimento del settore. Ne rappresenta un esempio Acqua alle Rose, una realtà che da sempre si impegna nel formulare prodotti con cui soddisfare qualsiasi genere di necessità della pelle.

L’efficacia e la delicatezza di uno struccante per occhi sensibilissimi. In caso si soffra di occhi ipersensibili, il consiglio è innanzitutto quello di optare per struccanti ipoallergenici, che portano grandi benefici in qualsiasi circostanza e risultano alleati preziosi quando si soffre di arrossamenti frequenti.
Inoltre, sarebbe opportuno che la formulazione non contenga parabeni o alcool, andando invece a prediligere ingredienti di origine naturale. Ne rappresentano un esempio gli estratti alle rose, noti per la loro peculiare delicatezza, che si manifesta soprattutto nelle varietà cosiddette “nobili”. Generalmente, in cosmetica vengono impiegate a tale scopo tanto la rosa antica quanto quella mosqueta e la damascena: tutte quante hanno proprietà in grado di assicurare una buona idratazione e un adeguato nutrimento per l’epidermide.
Inoltre, le rose nobili hanno la capacità di rispettare il naturale pH della pelle, spesso bilanciando la produzione di sebo: un suo eccesso, infatti, porta a manifestazioni acneiche, mentre se presente in maniera minima si va incontro a stati infiammatori e irritazioni. Impiegare struccanti con estratti di rose nobili permette di beneficiare di preservare la pelle dai radicali liberi, che sono i principali fautori dell’invecchiamento precoce e possono entrare a contatto con la cute a causa di fattori esterni quali raggi UV, freddo eccessivo e vento. Tra gli ingredienti delle formulazioni per occhi sensibili, poi, possono anche essere previste sostanze notoriamente emollienti, come per esempio la malva e la camomilla, che contribuiscono a lenire gli stati infiammatori (qui un approfondimento sulle proprietà antinfiammatorie della camomilla per gli occhi) e a rendere persino più morbida e luminosa la pelle nell’area circostante. Molto delicate, soprattutto per chi soffre di ipersensibilità, sono anche le ciglia, che tendono a soffrire l’applicazione del mascara e a indebolirsi gradualmente. Per contrastare questo fenomeno e favorirne il rafforzamento, il consiglio è di optare per struccanti contenti pantenolo, che è in grado di stimolare la formazione di nuove cellule. I migliori struccanti per occhi sensibili, naturalmente, sono testati dermatologicamente e sono in grado di rimuovere, in modo delicato e rispettoso del pH, anche il trucco più resistente come, ad esempio, quello waterproof.

L’uso corretto dello struccante. In caso di utilizzo di lenti a contatto, occorre sempre rimuoverle prima di passare alla detersione. Di estrema importanza per gli occhi particolarmente sensibili è anche il batuffolo su cui viene apposto lo struccante, che dovrà essere di ovatta o cotone, ma soprattutto va maneggiato con le mani ben pulite.
I migliori struccanti agiscono anche in quantità minime e il movimento da prediligere va dall’interno dell’occhio verso l’esterno e dall’alto verso il basso: ciò impedisce ai residui di trucco di penetrare nuovamente all’interno.
Rimosso il make-up da un occhio si può passare all’altro, meglio se con un batuffolo o un dischetto puliti: alle volte si tende semplicemente a girare quello già utilizzato, ma bisogna prestare attenzione che non sia troppo sporco. Terminata l’operazione non è necessario risciacquare, ma se si ha necessità, basta un po’ di acqua tiepida e, al massimo, un buon detergente neutro.

[network]