13.2 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Lignano, stupro di gruppo, indagati erano in affido a comunità per minori

17.08.2020 – 15:15 – Si inizia a sbrogliare la matassa sul giallo dello stupro di gruppo avvenuto nella serata dello scorso 15 Agosto 2020, sulla spiaggia di Lignano Sabbiadoro, dove una quindicenne padovana residente nel veneziano, in vacanza con i propri genitori, era stata violentata da un gruppo di tre ragazzi. Tra i principali indiziati, già fermati dagli inquirenti il giorno successivo alla violenza, due minorenni in affidamento ad una comunità lombarda per l’accoglienza di minori stranieri non accompagnati. Uno di loro, in passato, aveva già avuto problemi con la giustizia. Un altro ragazzo, facente parte del gruppo ma che sembrerebbe non aver preso parte alla violenza, è stato invece denunciato in stato di libertà. I tre adolescenti, erano in vacanza nella località balneare assieme alla comunità che li ospita. Questo è quanto è emerso quest’oggi nel corso di una conferenza stampa, a cui ha preso parte il dirigente della Squadra mobile di Udine, Massimiliano Ortolan.

Le indagini, attualmente in corso, sono coordinate dal Procuratore Capo del Tribunale dei minori di Trieste, Leonardo Tamborini.

Secondo la ricostruzione degli investigatori – spiega l’Agenzia di Stampa ANSA – i tre avrebbero conosciuto la vittima ed alcuni suoi amici, sul lungomare di Lignano nell’ambito di una festa. Uno dei tre avrebbe chiesto alla ragazzina di accompagnarlo a fare due passi e, approfittando della condizione di inferiorità, avrebbe abusato di lei; successivamente avrebbe chiamato uno degli altri due, il quale avrebbe abusato a sua volta della ragazza. Infine si sarebbero dileguati a gambe levate.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore