ESOF2020 rinviato a settembre: nuovo focus su salute e ambiente

20.03.2020 – 13.28 – Mentre aleggiava il dubbio se il Comune di Trieste sarebbe riuscito a completare in tempo il Centro Congressi “più grande del Nord Est“, sfida difficile a causa della crisi epidemica, giunge la notizia del rinvio di ESOF2020.
EuroScience e Fondazione Internazionale Trieste comunicano che le date sono state traslate dal 5-9 luglio prossimi al 2-6 settembre 2020. Un rinvio forse immaginabile, considerando come il congresso raccogliesse scienziati da tutto il mondo; anche ipotizzando una Cina “immune” a contagi di ritorno e un’Italia che quest’estate – si auspica – avrà sconfitto il Coronavirus, rimarrebbe l’incognita di migliaia di ricercatori da ogni angolo del globo.

La ricalendarizzazione – informa il comunicato – sarà accompagnata da un aggiornamento e una rivisitazione del programma, valutando il ricorso a sessioni in teleconferenza e multimediali e a una maggiore focalizzazione sui contenuti legati ai temi della salute pubblica e dell’ambiente.
ESOF – assicurano gli organizzatori – manterrà gli impegni con gli sponsor e con i soggetti imprenditoriali coinvolti nell’evento, confermando una delle peculiarità della manifestazione ovvero la valorizzazione del ruolo della scienza come motore di sviluppo.

“ESOF è il luogo in cui la comunità scientifica si incontra per riflettere sul suo posto nella società” ha dichiarato Stefano Fantoni, Champion di ESOF2020 Trieste.

“In questi tempi difficili, la ricerca scientifica è più cruciale che mai e il suo impatto, così come la sua comunicazione ai governi e al pubblico, sono della massima importanza. Di fronte alla crescente necessità di informazioni accurate e affidabili e di azioni efficaci per lo sviluppo sostenibile, l’assistenza sanitaria accessibile, un’alimentazione adeguata, tecnologie centrate sull’uomo e migliori condizioni di vita per tutta l’umanità, il mondo della scienza insieme ai decisori politici e agli attori dell’economia, ha più che mai il dovere di promuovere un confronto ampio, da cui scaturiscano soluzioni efficaci e durature
alle diverse crisi in atto, da quella pandemica a quella climatica”.

“Per questo siamo impegnati più che mai a tenere il Forum quest’anno, consapevoli dell’urgenza di strategie condivise che l’attualità impone”.