19.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Colpo esterno della Triestina: i giuliani battono il Renate 1-3 dopo un secondo tempo dominato

29.10.2018 – 14.10 | Prima vittoria esterna per l’Unione, che a Meda fa il colpaccio e batte il Renate per 3-1, grazie a un secondo tempo a senso unico. Sul campo brianzolo, reso molto pesante da due giorni di pioggia incessante (che alla vigilia aveva anche destato dei dubbi sul regolare svolgimento della gara), mister Pavanel può tornare a contare dal 1′ su Lambrughi, che affianca Codromaz in mezzo alla difesa, e Beccaro a trequarti, mentre i nerazzurri puntano su Venitucci e Spagnoli.

L’Unione cerca l’avvio folgorante: dopo nemmeno 60″, infatti, gli alabardati vanno già vicinissimi al vantaggio, con Petrella che dai 25 metri manda a lato di pochissimo. Al 9′, Venitucci colpisce la barriera su punizione e la Triestina ne approfitta: sul rapido rivolgimento di fronte, Beccaro prova a coronare lo splendido inserimento con una conclusione che Cincilla respinge, ma in agguato c’è Mensah, che manda in rete per il vantaggio ospite. La reazione del Renate c’è, con una serie di calci d’angolo che però non produce particolari pericoli per l’estremo difensore triestino Valentini; pericolo che invece è rappresentato dalla girata di Venitucci al 22′ e dal destro di Finocchio dai 25 metri, che scheggia la traversa prima di adagiarsi a fondo campo. La Triestina risponde: tiro-cross di Granoche sulla difesa nerazzurra che respinge, favorendo l’intervento a rimorchio di Beccaro, la cui conclusione però è strozzata e rende facile la presa di Cincilla. Siamo prossimi alla mezz’ora quando i padroni di casa agguantano il pareggio: palla persa in uscita dalla Triestina, Spagnoli calcia un destro potente che si abbassa all’improvviso andando a insaccarsi centralmente sotto la traversa. Passa qualche minuto prima che, al 38′, la Triestina vada vicina al nuovo vantaggio: prima è Libutti a veder neutralizzato il proprio tentativo da un efficace intervento di Cincilla, poi Maracchi, imbeccato da una sponda di Sabatini a centro area, manda alto dal limite. Sul risultato di 1-1, si va al riposo.

La seconda frazione si apre con un cambio immediato nelle fila dell’Unione, con Pavanel che manda in campo Steffè in luogo del febbricitante Maracchi, senza che la disposizione tattica degli alabardati cambi. La prima emozione arriva dopo 7′, quando Mensah conclude una fuga sulla sinistra con un traversone per Petrella, che in tuffo impegna severamente Cincilla, che però non può niente quando, al 14′, ancora Mensah dalla sinistra serve il neoentrato Steffè, che dai 20 metri la mette sotto il “sette” alle spalle dell’incolpevole portiere nerazzurro. Non si accontentano gli alabardati, che 4′ dopo hanno una nitida palla gol: ancora un destro dai 20 metri, stavolta di Beccaro, viene respinto dalla traversa; Granoche è pronto per il tap-in vincente, ma Cincilla è prodigioso e nega il gol salvando in corner. Al 21′ altri due cambi: Bolis e Formiconi rilevano Coletti e Libutti. Continua l’assolo giuliano, con un contropiede fulmineo di Petrella che scarica in diagonale, trovando però la pronta risposta dello stoico Cincilla che chiude in angolo. Arriva al 28′ la prima fiammata dei padroni di casa, con Spagnoli che da posizione defilata impegna l’estremo difensore alabardato Valentini. A questa azione seguono due cambi per parte: per la Triestina Bracaletti e Procaccio subentrano a Petrella e Beccaro, mentre il Renate sostituisce Anghileri con Caccin e Finocchio con Pattarello. Nonostante i cambi, l’inerzia della partita non cambia e, all’80’, arriva il colpo del ko: è il Diablo Granoche a metterlo a referto, approfittando di un errore di Cincilla per segnare con un mancino da posizione defilata. Pattarello prova ancora a tenere i suoi a galla, con un’incornata che finisce di poco alta sopra la porta difesa da Valentini. L’ultimo cambio della gara, che vede il nerazzurro Venitucci lasciare il posto a Pennati, non cambia il risultato: gli uomini di Pavanel sono infatti bravi a gestire senza difficoltà il finale di gara, arrivando al triplice fischio senza particolari problemi e ottenendo un’importante successo esterno.

A.C. RENATE – U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 1-3 (1°T. 1-1)

MARCATORI: Mensah 9’, Spagnoli 29’, Steffè 59’, Granoche 80’

A.C. RENATE (4-4-2): Cincilla; Anghileri (77’ Caccin), Teso, Vannucci, Frabotta; Guglielmotti (59’ Piscopo), Simonetti, Rossetti, Finocchio (77’ Pattarello); Venitucci (87’ Pennati), Spagnoli.  A disp: Romagnoli, Priola, Doninelli, Gomez, Castria.  All. Gioacchino Adamo

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-2-3-1): Valentini; Libutti (66’ Formiconi), Codromaz, Lambrughi, Sabatino; Maracchi (46’ Steffè), Coletti (66’ Bolis); Petrella (77’ Procaccio), Beccaro (77’ Bracaletti), Mensah; Granoche. A disp: Boccanera, Malomo, Pizzul, Hidalgo, Bariti, Pedrazzini.  All. Massimo Pavanel

ARBITRO: Pashuku (Albano Laziale – Roma)  ASSISTENTI: Spiniello (Avellino) e Montagnani (Salerno)

NOTE: Pomeriggio piovoso, terreno pesante ma in discrete condizioni. Recupero 0’ e 4’. Ammoniti: Teso, Anghileri (Re) per gioco falloso

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore