9.7 C
Trieste
mercoledì, 7 Dicembre 2022

Ex Meccanografico, come procedono i lavori? Entro maggio 2023 nuova sede ESATTO

18.11.2022 – 15.02 – È ormai passato un anno dalla consegna dei lavori dell’edificio dell’Ex Meccanografico, presso la stazione ferroviaria di Campo Marzio, all’impresa responsabile della sua trasformazione nella nuova sede di ESATTO. I lavori procedono, secondo una conferenza indetta dal Comune di Trieste, seguendo le scadenze del cronoprogramma: il 60% dei lavori sono stati svolti e la consegna dovrebbe avvenire, a meno di imprevisti, il 18 maggio 2023. Seguirà poi il collaudo, l’inserimento degli arredi e dei necessari allacciamenti e infine il trasferimento fisico delle sedi disperse a Trieste, onde centralizzare e velocizzare i processi burocratici. Perché non abbattere l’edificio, era stato argomento da tanti cittadini; in realtà costa meno recuperarlo che distruggerlo ed essendo un tempo una sede ‘tecnica’ di Trieste, si presta a una riqualificazione radicale. Non si tratta di stravolgere la funzione dell’edificio, già in precedenza sede di uffici.
Rimane, allo stadio attuale, da completare l’involucro esterno, con il completamento della copertura, la sistemazione delle facciate con un cappotto esterno che migliorerà le prestazioni termiche e nuovi serramenti.
Al piano terra troveranno posto i nuovi uffici di ESATTO, al primo piano saranno collocati uffici, archivi e sale riunioni destinati alle attività amministrative, mentre al terzo piano saranno ospitati i Servizi sociali.

Alla conferenza stampa hanno presenziato il Sindaco Roberto Dipiazza, il Vicesindaco Serena Tonel, l’Assessore alle Politiche del Patrimonio Immobiliare con delega ai Lavori Pubblici e Grandi Opere Elisa Lodi, l’Assessore ai Servizi e Politiche Sociali Carlo Grilli, il Presidente di Esatto Andrea Polacco, il Direttore del Servizio Edilizia Pubblica arch. Barbara Gentilini, il Direttore Lavori arch. Paolo Ricci e rappresentanti dell’Impresa incaricata, la RTI Ennio Riccesi Holding S.r.l. – Balsamini Impianti S.r.l.

Il Sindaco Roberto Dipiazza, ricordando l’iter del progetto, ha espresso particolare soddisfazione per l’andamento dei lavori e sottolineato la particolare ubicazione dell’edificio, dotato di una splendida vista dalla terrazza.
“Siamo al 60% dei lavori e il cantiere procede bene: attualmente – ha affermato il Primo cittadino – gli uffici di Esatto si trovano in piazza Vico, zona assolutamente priva di parcheggi e spendiamo oltre 100mila euro l’anno di affitto per cui è con una punta d’orgoglio che saluto il prossimo raggiungimento di questo importante obiettivo. Da qui poi si gode di un colpo d’occhio straordinario e ne sono felice, perché quest’area sta cambiando completamente anche con la futura nascita, qui vicino, del Parco del Mare”.

“La prossima e favorevole localizzazione geografica all’interno del tessuto cittadino dei nuovi uffici di Esatto – ha affermato il Vicesindaco, Serena Tonel – rappresenta un importante segnale nei confronti dei cittadini in termini di accessibilità e di miglioramento del servizio, in quanto saranno posizionati in un luogo molto servito dal punto di vista del trasporto pubblico locale. E che sarà ancora più accessibile con la realizzazione del previsto parcheggio”.

“Con i nostri servizi, il Dipartimento delle Politiche sociali entra direttamente nelle case della gente – ha osservato l’Assessore Carlo Grilli – ed è importante quindi che i nostri operatori abbiano a disposizione uno spazio decoroso e accessibile alle persone anziane e con disabilità, che renderà il loro lavoro molto più agevole e fruttuoso. Appena possibile trasferiremo qui una parte, costituita da circa 80 persone, del nostro Servizio: attendiamo con ansia l’apertura dei nuovi uffici”.

“Quella di oggi – ha rilevato il Presidente di ESATTO, Andrea Polacco – rappresenta una bellissima giornata, sia per gli utenti che per Esatto, che una volta trasferitasi in questa sede vedrà razionalizzare la sua attività: oggi operiamo su tre sedi, ma appena entreremo qui ce ne sarà un’unica e in una zona assolutamente pregevole e centrale, con indiscutibili vantaggi per l’utenza. Tenendo conto dei tempi previsti per la consegna e il successivo collaudo dell’opera, prevediamo di completare il trasferimento entro i primi mesi del 2024”.

[z.s.]

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore