14.7 C
Trieste
domenica, 25 Settembre 2022

Calcio, “Caso Rimborsi”, l’arbitro triestino Giacomelli estromesso dall’AIA

28.07.2022 – 11:15 – Lo scorso 2 Luglio, presso la sede dell’AIA, l’Associazione Italiana degli Arbitri di calcio, era stata presentata la lista dei direttori di gara che nell’imminente stagione sportiva 2022-2023 saranno chiamati ad abitrare sui campi della massima serie italiana. In totale, erano risutlati essere operativi 50 nomi. Purtroppo, nella lista comunicata dal designatore Gianluca Rocchi, cinque fischietti erano stati omessi poichè sospesi dalla CAN, la Commissione Arbitri Nazionale, quali Eugenio Abbattista, Antonio di Martino, Ivan Robilotta, Fabrizio Pasqua ed il triestino Piero Giacomelli. I primi tre, “per motivate valutazioni tecniche”, gli ultimi due, “per provvedimenti disciplinari”. Alla base della dura sentenza, un’indagine avviata lo scorso anno dalla Procura Federale la quale aveva accertato presunte alterazioni sui rimborsi spese del settore arbitrale, indagine partita su segnalazione proprio del’Associazione Italiana Arbitri, a seguito di un controllo sulle rendicontazioni delle spese sostenute dai direttori di gara. Nello specifico, la CAN aveva contestato a Giacomelli una spesa di 71,50 euro per il pagamento di un pedaggio autostradale. Il quarantecinquenne triestino avviato il processo di ricorso per risolvere la delicata questione assieme al suo legale Spallone lo scorso Lugli aveva vinto la disputa presso il Collegio di Garanzia del CONI; pertanto, il direttore di gara doveva essere riammesso nella Commissione Arbitri Nazionale di Serie A e B. Purtroppo così non sarà per il fischietto giuliano. La Commissione di Disciplina d’Appello dell’AIA, nel giudicare il ricorso presentato dall’arbitro, della sezione di Trieste, ha sentenziato una squalifica di 11 mesi, estromettendo così Giacomelli dall’arbitrare nei campi di calcio per la prossima stagione. Gli attuali 11 mesi di squalifica, deliberati nelle scorse ore, andranno ad aggiungersi al mese e mezzo di una squalifica precedente. La somma delle due squalifiche supera, quindi, i 12 mesi. Pertanto Giacomelli sarà costretto ad abbandonare il fischietto.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore