12.6 C
Trieste
sabato, 26 Novembre 2022

Museo Revoltella, domani il convegno della società per la teoria Gestalt

06.07.202211.50 – Per la prima volta Trieste, e il Friuli Venezia Giulia, ospitano il convegno biennale della prestigiosa associazione “International Society for Gestalt Theory and its Applications”, che si terrà giovedì 7 luglio dalle ore 16 alle ore 20 nell’Auditorium del Museo Revoltella.
Nata nel 1978, l’associazione si pone il compito di promuovere l’approccio gestaltista nella ricerca e nella prassi scientifiche: studiosi, esperti, ricercatori insieme, da tutta Europa e dagli Stati Uniti, per indagare sulla complessa relazione tra mente e contesto nelle molteplici espressioni in cui si manifesta. L’approccio Gestalt è un approccio olistico, ovvero percepisce gli oggetti e soprattutto gli esseri viventi come totalità. In Gestalt si dice: “il tutto è più della somma delle parti”, tutto esiste e acquisisce un significato all’interno di un contesto specifico; nulla esiste per se stesso, nulla è isolato.

La cerimonia inaugurale della 22sima edizione della Conferenza scientifica, che quest’anno avrà come tema “MIND IN CONTEXT – CONTEXT IN MIND“, prevede alle 16.30 la conferenza del prof. Riccardo Luccio – Medaglia d’Oro di Benemerito della Scienza e della Cultura – dal titolo “Thinking on reality: Metzger and the rejection of the Eleatic postulate“. A seguire la consegna del “Premio Merzger“, uno dei principali rappresentanti della psicologia della Gestalt in Germania, e il “Premio Bozzi“, istituito da quest’anno per assegnare un premio al miglior studio sperimentale sul tema della percezione condotto da ricercatori under 40. Al termine verrà conferito l’ultimo premio a Gerhard Stemberger, studioso viennese e fondatore dell’associazione.
L’apertura è organizzata in collaborazione con il Comune di Trieste e vi prenderanno parte le autorità cittadine, tra le quali il Sindaco Roberto Dipiazza, il direttore del Dipartimento di Scienze della Vita Mauro Tretiach che, in qualità di membro del Senato Accademico, è delegato dal Rettore a rappresentare l’Ateneo, il Direttore Generale dell’ARDIS Pierpaolo Olla e la Direttrice Generale dell’Istituto Regionale per Ciechi Rittmeyer Elena Weber.
Nei giorni seguenti, fino a domenica 10 luglio, saranno presentate nella sede dell’Università degli Studi di Trieste diverse ricerche che toccano, tra gli altri, temi di pubblico interesse, quali ad esempio: la multisensorialità applicata nella letteratura, il Parkinson, la corrispondenza tra i vini che ci piacciono e la nostra personalità, le fake news, la musica ed infine la depressione, soprattutto correlata alla situazione Covid degli ultimi due anni.

[g.l.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore