7.7 C
Trieste
giovedì, 8 Dicembre 2022

Incendi, Zalukar (Gr. Misto): “Regione noncurante o disorganizzata?”

17.07.2022 – 18.20 | Tanti, troppi gli incendi che negli ultimi giorni si sono verificati nel territorio regionale e che hanno mandato in cenere importanti aree verdi. Anche quest’oggi (domenica 17 luglio) si è verificato l’ennesimo incendio, che sta bruciando ampie fette del Carso Triestino. “Quest’ultimo incendio – racconta il consigliere regionale del Gruppo Misto, Walter Zalukar – è scoppiato poco dopo le 6 del pomeriggio sotto le falesie della Napoleonica, sono subito usciti i Vigili del Fuoco di Opicina – 5 uomini con due mezzi – ed in pochi minuti sono arrivati sul posto e iniziato le opere di spegnimento del rogo, con notevoli difficoltà essendo l’area in gran parte inaccessibile. Nel contempo è stata allertata anche la Sala operativa regionale di Palmanova per l’intervento della Forestale, in quanto serviva al più presto l’elicottero antincendio della Protezione Civile, che per legge regionale può essere attivato solo per ordine del DOS – Direttore operazioni spegnimento – della Forestale. Questa sembra essere arrivata dopo le 19, e successivamente sono giunti i volontari della Protezione civile.”.

Per Zalukar, da parte delle istituzioni non sembra esserci troppo interesse nella lotta agli incendi e alla distruzione della vegetazione: “Chi ha il governo della lotta agli incendi boschivi – la Regione FVG – pare non curarsi troppo della tempestività d’azione delle sue componenti antincendio, o forse è l’organizzazione che fa difetto. Certo è che non si può accettare che chi ha competenza nella lotta agli incendi boschivi non sia in grado di assicurare il pronto intervento quando il fuoco divampa.”. Questo nonostante vi siano gli strumenti normativi adeguati a combattere la piaga del fuoco: “La Regione – ricorda infatti il consigliere – ha fatto una legge apposita per disciplinare ogni aspetto tecnico della lotta agli incendi boschivi, investendo enormi risorse per dotare i 2 mila volontari di dotazioni e mezzi, ben 109 mezzi antincendio tra pick up fuoristrada, oltre a 24 autobotti. Ma se questi restano in garage per decine di minuti, se non ore, prima di uscire quando scoppia l’incendio servono a ben poco, e quando finalmente arrivano sul posto di solito ci trovano i Vigili del fuoco, che seppur tanti di meno, con meno mezzi e dotazioni, quando c’è fuoco corrono sempre e subito.”.

Zalukar, che sul tema dell’antincendio ha sollecitato più volte la Giunta nel corso dei mesi,  annuncia quindi una interrogazione all’esecutivo regionale: “Così presenterò un’altra interrogazione alla Giunta per conoscere gli orari precisi di intervento della Forestale e dei volontari antincendio. Anche se le prime interrogazioni non hanno avuto finora risposta, continuo nella speranza che servano a smuovere dal torpore i responsabili. E non parlo certamente dei volontari, questi fanno quello che possono, corrono quando c’è bisogno, ma non sono in grado di assicurare una presenza h24, sono volontari, hanno un lavoro, una famiglia, altri impegni. Neppure sono chiamati in causa i Forestali, visto che il personale che interviene sugli incendi boschivi è ridotto all’osso: poco più di 150 guardie per presidiare tutte le 28 stazioni forestali della nostra regione, e hanno tanti altri compiti oltre alla lotta agli incendi.”. Il consigliere ricorda quindi l’annoso tema del rinnovo della convenzione con i Vigili del fuoco: “Bisognerebbe provvedere ad un deciso rinforzo di uomini e mezzi del Corpo forestale regionale e ci vorrebbe la convenzione con i Vigili del fuoco. Questa è scaduta nel settembre 2020 e dopo quasi due anni di letargo, a metà maggio, il rinnovo è stato firmato, ma oggi, passati più di due mesi, non è ancora operativa e così non ci sono neppure i pompieri di rinforzo. Mentre il fuoco non aspetta.” conclude Zalukar.
[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore