13 C
Trieste
lunedì, 5 Dicembre 2022

Doppio binario Capodistria-Divaccia: scoperte 21 nuove grotte del Carso

18.07.2022 – 09.55 – Dopo aver scavato il primo dei sette chilometri del secondo binario della ferrovia Capodistria-Divaccia/Divača-Koper, destinata a ad alleviare il collo di bottiglia logistico del quale soffre il porto sloveno, i lavoratori hanno scoperto 21 diverse grotte carsiche, alcune con stalattiti di un metro di lunghezza. Secondo l’azienda responsabile delle costruzioni, la 2TDK, le nuove scoperte non rallenteranno la costruzione del più lungo tunnel del tracciato.
“Generalmente, durante la costruzione del tunnel di Lokev, stiamo incontrando una grotta carsica ogni 50 metri” ha commentato alla stampa 2TDK, osservando che non è stata però ancora raggiunta l’area dove si presumeva la stragrande maggioranza delle grotte fosse presente.
La scoperta di una grotta si accompagna, secondo il protocollo deciso, con un’esplorazione dell’ambiente ipogeo, una misurazione complessiva e una documentazione realizzata dall’Inštitut za raziskovanje krasa (Karst Research Institute) che propone successivamente come e quanto conservare della grotta scoperta; decisioni che, a propria volta, dovranno essere sostenute dal ramo di Nova Gorica dell’Istituto per la Conservazione Naturale.
“Alcune grotte sono grandi a sufficienza da poter essere visitate senza attrezzature per l’arrampicata o altre strumentazioni tecniche e le più grandi stalattiti misurano un metro di lunghezza. Sulla base delle misurazioni geofisiche, è ragionevole supporre che troveremo altre 10 grotte grandi e 100 grotte piccole durante la costruzione della ferrovia; da parte nostra tenteremo di preservarne quante più possibili” ha osservato 2TDK.
La grotta dalle maggiori dimensioni finora scoperta ha un’entrata con 6 metri di larghezza e 69 metri complessivi di passaggi; sono presenti stalattiti e alcune stalagmiti, ed è ricca di depositi minerari.
Nonostante la quantità di cavità incontrate, finora i lavori non hanno modificato il piano di costruzioni, ma se venisse scoperta una grotta di grandi dimensioni la costruzione verrebbe sospesa per un periodo più o meno lungo.
“Gli ingegneri sono particolarmente preoccupati di incontrare una grotta carsica che richieda la costruzione di un ponte” ha osservato la compagnia.
Il secondo binario connetterà la città-porto di Koper con la giunzione della Divača; sono previsti attualmente, anche senza nuove (impreviste) grotte, sette tunnel. Il primo è stato costruito un mese addietro.
Progettata per il completamento nel 2025, con la ferrovia operativa nell’anno successivo, l’intero progetto è stato valutato all’incirca per un billione di euro, con la possibilità di un ulteriore rincaro di 100 milioni, qualora il prezzo dei materiali dovesse continuare a salire.

[z.s.]

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore