25.7 C
Trieste
lunedì, 27 Giugno 2022

2021 e Porto di Trieste: un calo di traffico “fisiologico” per Bankitalia

22.06.2022 – 13.41 – Un anno straordinario trasforma dati altrimenti ottimi in risultati inferiori alle aspettative. È il caso del Porto di Trieste quando si confrontano i dati del 2019 col 2021, come evidenziato dal Rapporto sull’Economia del Friuli Venezia Giulia presentato il giorno scorso dal direttore Marco Martella nella sede di Trieste della Banca d’Italia.
Analizzando infatti l’approfondimento del report incentrato sullo scalo giuliano, emerge come il porto avesse raggiunto un picco nel 2019, al culmine di un decennio di intensa crescita, riconducibile anche agli interventi che avevano migliorato la navigabilità del Canale di Suez e così favorito, tra gli scali europei, quelli affacciati sul Mediterraneo.
I buoni risultati conseguiti erano infatti stati possibili grazie alla movimentazione delle rinfuse liquide connesse all’utilizzo dell’oleodotto transalpino che aveva rappresentato i due terzi della movimentazione complessiva. Una richiesta d’idrocarburi da parte di Germania, Austria e Repubblica Ceca discesa notevolmente non solo nel 2020, quanto nel 2021, anno “di passaggio” nell’ambito della pandemia Covid.
Nel 2021 la movimentazione di merci nel porto di Trieste aveva comunque ripreso a crescere (2,2 per cento rispetto all’anno precedente) dopo la forte contrazione del 2020 (-12,7). L’aumento della movimentazione dei Ro-Ro (25,6 per cento) aveva inoltre più che compensato la flessione dei container (-2,4). Quest’ultima era riconducibile a molteplici fattori, che includono il blocco del canale di Suez nel mese di marzo, l’aumento dei noli e le difficoltà nel reperire container vuoti. I volumi complessivi di container, Ro-Ro e veicoli commerciali e privati si erano portati sopra i livelli pre-pandemia.
Il numero di treni movimentati è tornato a espandersi in misura sostenuta (14,7 per cento), rimanendo tuttavia inferiore di quasi il 5 per cento rispetto al 2019. Nel 2021 il traffico dei passeggeri, che si era quasi azzerato l’anno precedente, si è collocato oltre le 134.000 unità, il 29 per cento in meno rispetto al 2019.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore