20.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Porto di Trieste, malumori al TMT, c’è l’ok per la mediazione, sospeso lo sciopero

13.05.2022 – 11:45 – Era iniziato nella mattinata dello scorso 10 Maggio, presso i varchi d’accesso al Porto Nuovo del Capoluogo Giuliano, il sit-in pacifico della sigla sindacale USB (Unione Sindacale di Base) per manifestare contro i nuovi vertici e la nuova rispettiva visione dei lavoratori del Porto della Trieste Marine Terminal. Nello specifico, i malumori sono sorti attorno alla questione dei premi produttività non pagati ai lavoratori. “Dopo la proposta di mediazione del Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale Zeno D’Agostino, accettata da TMT, – ha reso noto la segreteria di USB Trieste in una nota – abbiamo sospeso questa sera (12/05/2022), con effetto immediato, lo sciopero in corso. La vertenza TMT – continua la nota – è stata affrontata nell’incontro odierno (tenutosi in data 12/05/2022) con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, in presenza del presidente Zeno D’Agostino e del Segretario Vittorio Torbianelli, nel quale si è parlato anche dei temi generali sull’organico del Porto di Trieste. Il presidente D’Agostino, compresa la portata e l’importanza per la portualità triestina di questa vertenza sui temi del salario, delle condizioni di lavoro e della sicurezza – spiegano da USB – si è offerto come mediatore. Pertanto, USB ha deciso di sospendere lo sciopero in atto con effetto immediato. Ora attendiamo il prossimo tavolo in cui capiremo se la scelta di TMT sia stata solo strategica per interrompere il danno economico conseguente agli scioperi o se ci sia una chiara volontà di trovare un punto d’incontro” – conclude la segreteria.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore