13.2 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Pallanuoto, ad Ancona Trieste può chiudere il discorso playout

07.05.2022 – Ci siamo: il discorso playout, per la Pallanuoto Trieste, potrebbe concludersi presto: dopo la vittoria per 11-8 della scorsa settimana in gara1, le orchette affronteranno domani (domenica 8 maggio) la trasferta di Ancona dove, alla piscina del Passetto, troveranno ad aspettarle l’Ancona per gara2 dei playout, con la possibilità di chiudere i conti e assicurarsi la salvezza. Fischio d’inizio alle ore 14,45, con diretta streaming sulla pagina Facebook della società marchigiana. Ancona-Trieste sarà arbitrata dalla coppia composta da Nicolai e Iacovelli.

Non sarà certamente facile vincere i playout contro l’Ancona. E la Pallanuoto Trieste ha potuto esperirlo durante gara1 quando, nonostante il successo giuliano, le ragazze di Mirko Pace hanno fornito una buonissima prestazione, mettendo in seria difficoltà le orchette e dimostrando di voler difendere la categoria con le unghie e con i denti. Il Trieste è avvisato: l’Ancona non farà sconti. Le giuliane però si sono allenate molto bene durante la settimana, con il giusto entusiasmo conseguente al successo di gara1: “Siamo contente per l’esito della prima partita – analizza l’allenatrice triestina Ilaria Colautti – allo stesso tempo però sappiamo ancora di non aver fatto nulla e che dobbiamo ancora conquistare il nostro obiettivo.”. Come detto, in settimana le orchette si sono allenate di buona lena e affrontano la partenza per le Marche in buona condizione: “La settimana di allenamenti è stata proficua, dal punto di vista fisico tutte le ragazze sembrano in buone condizioni, la concentrazione è al massimo. Andiamo al Passetto per vincere.”.

All’andata, però, la formazione giuliana ha commesso qualche errore di troppo, soprattutto in fase offensiva, che l’Ancona ha dimostrato di non perdonare: “Abbiamo fatto un’attenta analisi video – puntualizza l’allenatrice – per valutare gli errori commessi e anche le cose che sono andate bene. Ancora una volta l’aspetto nervoso sarà preponderante, abbiamo un piccolo vantaggio e cercheremo di sfruttarlo.”. Servirà essere concentrate al 100% sulla partita: “Alle ragazze chiederò di scendere in vasca con la mente sgombra. Pensiamo a giocare come sappiamo, senza ansie o paure. Dovremo essere ordinare e svelte nell’approfittare delle loro eventuali sbavature.” conclude Colautti. Che, dal punto di vista della formazione, deciderà soltanto all’ultimo momento quali saranno le tredici ragazze a cui affidare la permanenza del Trieste in massima serie.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore