20.6 C
Trieste
venerdì, 30 Settembre 2022

Trieste, “8 Marzo”, presentato in Comune il programma delle iniziative tematiche

08.03.2022 – 14:45 – Si è tenuta questa mattina presso la Sala Tergeste del Comune di Trieste, la conferenza stampa di presentazione delle iniziative tematiche organizzate nell’ambito dell’associazionismo cittadino in merito alla giornata internazionale della donna la quale si celebra proprio quest’oggi, Martedì 8 Marzo 2022. All’evento, hanno preso parte l’Assessore alle Pari Opportunità, Nicole Matteoni, assieme alle rappresentanti delle associazioni partecipanti alle iniziative, tra cui Patrizia Sain e Gabriella Gerin della “Casa Internazionale delle Donne”, Anna Maria Mozzi della “Consulta Femminile”, Adriana Luciani del “GOAP – Centro Anti Violenza”, Paola Rodari della “SISSA”, Maria Pia Covre e Barbara Vidakovic del “Comitato per i Diritti Civili delle Prostitute” e altre rappresentati delle associazioni “Luna e L’Altra” e “Oltre quella Sedia”. “Abbiamo presentato quest’oggi il calendario degli eventi che si propone di rappresentare, in occasione dell’8 Marzo, i tanti aspetti che riguardano il mondo della donna, sia dal punto di vista culturare che da quello della sensibilizzazione all’abolizione degli stereotipi di genere – ha dichiarato Matteoni. Quest’ultima, iniziativa è stata avviata dal Comune di Trieste già lo scorso primo Marzo con la campagna pubblicitaria apparsa su alcuni bus cittadini”.

“Oggi, nel 2022, – ha continuato l’Assessore – le donne devono ancora lottare per ottenere pari opportunità tanto nell’ambito civile quanto in quello professionale. Le donne, ancora oggi, devono fare tantissimi sacrifici per avere una parte di riconoscimenti che invece dovrebbero spettare loro di diritto”.

“Per questa occasione – ha proseguito Matteoni – ho scelto di fare mia, inserendola nella locandina degli eventi, una frase dell’ex Sindaco di Ottawa, Charlotte Elizabeth Whitton, tutt’ora attuale, la quale disse che: “Le donne devono fare qualunque cosa due volte meglio degli uomini per essere giudicate brave la metà”.

“C’è ancora tanta strada da fare ma credo fortemente in una società dove uomini e donne, con le loro differenze, siano alleati e lavorino insieme, senza pregiudizi, per il bene comune in tutti i campi. Raccontare quanto l’impegno delle donne sia fondamentale e importante per la nostra società è l’obiettivo di questo calendario eventi. Non quindi un’autocelebrazione ma un racconto di quanto le donne possono fare e di quanto siano determinanti per il futuro. L’ambizione per l’avvenire è superare gli stereotipi di genere ma, questo cambiamento, potrà partire solo lavorando insieme, come comunità. E proprio su questo lavoreremo nei prossimi anni.” – ha concluso l’Assessore Matteoni.

Il CALENDARIO degli eventi:

Venerdì 11 marzo, ore 18.00-20.00 – Casa internazionale delle Donne di Trieste, via Pisoni 3 – Trieste – “WE CAN DO IT” – Presentazione a cura di Erica Mezzoli. L’iniziativa consiste nella presentazione pubblica nel sito www.wecanit.eu – research blog e “spin-off” di pubblic history del progetto MSCA-IF 2019 “We Can Do It!”. Durante l’evento verranno presentate le tre sezioni della mostra virtuale che compongono il sito: la vita quotidiana nella Zona A del GMA Venezia Giulia e TLT; il rapporto che lega donne e pesca nell’Alto Adriatico; il contributo delle donne nella marineria dell’Alto Adriatico.

Sabato 12 marzo, ore 15.00-18.00 – Microarea Valmaura, via Valmaura 67 (la Cupola) – Trieste – “OFFICINA VALMAURA, Donne, Spazi e Comunità”. Luna e l’Altra, AIDIA Trieste e FIDAPA Storica Trieste, propongono un secondo incontro nell’area periferica di Valmaura ove si concentrano fattori legati alla fragilità sociale che inevitabilmente determina il disagio materiale e culturale, ma dove sussistono anche potenziali significativi capaci di generare trasformazione e rigenerazione a scale diverse e complementari. L’obiettivo dell’evento si focalizza sulla progettazione condivisa dello spazio pubblico come luogo privilegiato per contrastare la distanza fisica e psicologica tra le donne, per la sperimentazione della pianificazione di genere come strumento per connettere la pluralità e per incoraggiare l’aggregazione della Comunità. Sarà l’occasione per approfondire la conoscenza dell’area con la veicolazione di questionari finalizzati a comprendere i caratteri specifici del territorio, palesi e sommersi, nell’ottica di costruire collettivamente un abitare sostenibile in termini di benessere e sicurezza, attraverso la rappresentazione dei sogni, dei bisogni e dei desideri di ciascuno nello spazio di vita collettivo.

Sabato 12 marzo, ore 15.30 – Sede di Oltre Quella Sedia in via Settefontane 52/1 – Trieste – “DONNE SENZA H – non ostacoli ma ponti” – Una semplice H (handicap) non può impedire alle ragazze e alle donne di realizzare le proprie aspirazioni. Come dice Malala tutti noi dobbiamo “alzare la voce in modo da poter far sentire quelli senza voce… Non possiamo avere successo quando metà di noi rimane indietro”, La lettera H da ostacolo deve diventare un ponte che permetta di creare nuove opportunità di espressione. Incontro guidato con ragazze e donne di Oltre Quella Sedia per riflettere insieme sull’importanza di sentirsi donne al di là di ogni etichetta.

Sabato 19 marzo, ore 16.00 – Sede di Minimu nel Parco di San Giovanni , via Weiss 15 – Trieste – Laboratorio artistico aperto al pubblico a cura di Gruppo Immagine, che permetterà a chi partecipa di esprimere la propria visione della donna nel suo ruolo nel mondo.

Martedì 15 marzo, ore 17.30 – Casa Internazionale delle Donne, via Pisoni 3 – Trieste “INSOLITE ARMONIE. DONNE E NATURA” – Tre incontri a cura di Giada Passalacqua,esperta naturalista, che presenta tre donne del passato che hanno avuto uno stretto legame con la natura da cui hanno tratto fonte di ispirazione, di consolazione o di motivazione professionale. Alle tre protagoniste la relatrice abbinerà tre piante le cui caratteristiche ben si attagliano alle loro personalità. Da intellettuale a imprenditrice. Storia di una contessa sui generis nell’Ottocento Ormai in età adulta Caterina Percoto ridiscute la sua vita fatta di studio e scrittura e scopre la sua vocazione imprenditoriale che la porta a innovare con metodi finora sconosciuti l’agricoltura tradizionale e a introdurre nei suoi terreni di Soleschiano del Friuli esperimenti di coltivazione e allevamento tra i più interessanti del suo tempo.

Martedì 22 marzo, ore 17.30 – “SE SONO TORNATA A ITACA…” – Marisa Madieri, anche molti anni dopo aver lasciato la sua terra natale, ama ritornare nei boschi della Slovenia e sulle isole del Quarnero “abitate dagli dei” per rivivere in un mondo che nelle pagine di Verde acqua acquista dignità e calore di poesia.

Martedì 29 marzo, ore 17.30 – “UN’APPASSIONATA BOTANICA” – Elisa Braig studiò a lungo in Germania dove fu allieva di Karl Heinrich Koch, botanico e professore universitario, fondatore dell’Accademia di Economia Rurale di Berlino. Fu legata da rapporti di amicizia e collaborazione con Bartolomeo Biasoletto e Carlo de’ Marchesetti.

Venerdì 1 aprile, ore 14.00-16.00 – Collegio del Mondo Unito, Frazione Duino, 29 – “UNA PER TUTTE, TUTTE PER UNA!” – Presentazione a cura di Agnese Reginaldo. Laboratorio rivolto esclusivamente alle studentesse e agli studenti del Collegio del Mondo Unito, che porrà in evidenza il lavoro di donne che attraverso la loro ricerca in campo artistico, sociale e letterario hanno contribuito a scrivere pagine importanti della storia dell’umanità. Si impareranno le tecniche basi per la realizzazione di una Zine – uno strumento fai da te per la divulgazione di tematiche specifiche. L’evento è rivolto esclusivamente alle studentesse e agli studenti del Collegio del Mondo Unito. A cura del Comitato per i Diritti Civili delle Prostitute.

Martedì 5 aprile 2022, ore 15.00-17.00 – “LABORATORIO NATURALISTICO” – A cura dell’Associazione Casa Internazionale delle Donne – Trieste. Visita guidata a cura di Giada Passalacqua per un gruppo di studenti e studentesse delle scuole superiori all’Orto Botanico o al Parco di Miramare per illustrare gli esempi più significativi di flora che ormai può essere considerata autoctona. Per gli incontri è gradita la prenotazione al numero 040-568476. Per consentire un’ampia partecipazione gli incontri verranno presentati anche su piattaforma Zoom; la registrazione sarà successivamente disponibile sul sito www.casainternazionaledonnetrieste.org.

Giovedì 7 aprile ore 17.30, Casa Internazionale delle Donne, via Pisoni 3 – Trieste – Presentazione del libro di Anna Curiel Fano. “Ricordi di ore difficili. Draga Sant’Elia, settembre 1929 – Rocca di Mezzo, giugno 1944 (Trieste, Vita Activa, 2022)” – A cura dell’Associazione Casa Internazionale delle Donne -Trieste. L’autrice Anna Curiel Fano (1901-1998) ripercorre gli anni dal 1929 al 1944, vissuti a Trieste, a Roma e negli ultimi due anni a Rocca di Mezzo (AQ), dove trova rifugio assieme ai suoi familiari. La sua scrittura autobiografica travalica il perimetro stretto del genere letterario dell’autobiografia, per assumere la veste più complessa e comprensiva di una narrazione che si fa memoria collettiva, diventando Storia nel senso di historia rerum gestarum. Anna descrive fatti, momenti storici abnormi, frapponendo una forma di distacco, un controllo delle proprie emozioni, pur rimanendone debitrice come voce narrante. Lucida e autorevole. Una personalità che attende ancora una collocazione di rilievo nel panorama letterario triestino. Con la curatrice del libro Silva Bon dialogherà il professor Elvio Guagnini. Letture di Luisa Cividin. E’ gradita la prenotazione al numero 040-568476. Per consentire un’ampia partecipazione l’evento verrà presentato anche su piattaforma Zoom.

8 marzo – 31 maggio 2022 – Stazione Ferroviaria di Trieste – Mostra “LE DONNE NELLA CITTA’ DELLA CONOSCENZA” – Un progetto di SISSA nel quadro dei progetti UNESCO Learning City di Comune di Trieste, Università delle Libere Età, finanziati da Regione Friuli Venezia Giulia. Il progetto è sotto l’egida del protocollo Trieste Città della Conoscenza. La mostra espone 19 ritratti fotografici di donne impegnate in 10 istituzioni culturali e scientifiche triestine, dall’Università degli Studi di Trieste al Centro di Fisica Teorica, dal Conservatorio di Musica “Tartini” a INAF – Osservatorio Astronomico di Trieste.

Data da definire – Cerimonia di premiazione del XVIII° CONCORSO INTERNAZIONALE DI SCRITTURA FEMMINILE “CITTA’ DI TRIESTE” .A cura dell’Assessorato Pari Opportunità del Comune di Trieste e della Consulta Femminile di Trieste. Data da definire – Cerimonia di premiazione della V edizione del Concorso artistico-letterario PAROLE, SUONI E COLORI CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE. A cura del Centro Antiviolenza GOAP Onlus.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore