1.8 C
Trieste
giovedì, 27 Gennaio 2022

Settori economici in crescita: il futuro è digitale

06.12.2021 – 11.30 – La crisi sanitaria ha accelerato il processo di digitalizzazione, costringendo anche i più restii a spostare lavoro, acquisti, hobby e contatti con i propri cari in rete. Ciò ha avuto importanti conseguenze per l’economia, spingendo la crescita di alcuni settori e la richiesta delle professioni a essi collegate. Non ci sono dubbi: il futuro è sempre più digitale, ed è un ottimo momento per investire in nuove competenze e trarre beneficio da questa tendenza.
Senza dubbio, uno dei settori che ha tratto maggior beneficio dalla pandemia è quello delle vendite online. Durante il 2020, con il lockdown e i negozi chiusi, anche molti cittadini che non avevano mai fatto acquisti in rete si sono dovuti adattare alle nuove circostanze. Secondo l’Osservatorio B2c del Politecnico di Milano, nel 2020 il settore è cresciuto del 26%, toccando i 22,7 miliardi di euro. Anche dopo le riaperture non si è notato un particolare rallentamento di questo trend: le vendite online sono ormai entrate a far parte in modo stabile delle abitudini degli italiani.

Un altro settore che ha seguito una simile traiettoria è quello del food delivery. Senza la possibilità di andare al ristorante, gli ordini online sono stati per molti l’unico modo di gustare sapori diversi di tanto in tanto.
La crescita ha interessato anche il settore del trading finanziario online, di cui si è sentito parlare molto in seguito alla vicenda della bolla sui titoli Gamestop. In parte per la nascita di app che permettono di investire facilmente e senza commissioni, in parte per il desiderio di guadagni extra in tempo di crisi, il trading ha acquisito nuova popolarità. Anche i Bitcoin e le altre criptovalute giocano una parte in questo trend, attirando nuovi investitori e rinvigorendo il settore.

Con l’aumento di fatturato nei settori appena citati, cresce anche il bisogno di figure professionali specializzate che si occupino di piattaforme, servizi e prodotti. Spesso sono richieste competenze relativamente nuove, legate nello specifico all’ambito digitale. In quest’ottica, potrebbe essere interessante scoprire come fare a diventare programmatore, ovvero la persona che sta dietro alla creazione di siti e applicazioni web. Per accedere a questo mestiere si può seguire un corso intensivo come quello di aulab, ideato per chi voglia imparare a programmare in pochi mesi, senza la necessità di un lungo percorso universitario. Con il continuo aumento di siti e piattaforme per servizi online, la domanda sul mercato del lavoro di certo non manca e le opportunità di impiego sono ottime. Dopo aver appreso solide basi di coding è anche possibile specializzarsi in altre direzioni, diventando per esempio sviluppatore di app mobili, e-commerce manager, oppure esperto in sicurezza informatica.

Per chi si senta meno portato per le professioni tecniche, il settore digitale offre anche altre interessanti opzioni di carriera. Diventare esperto in marketing digitale è l’ideale per chi sia appassionato di social media e sia sempre al passo con le ultime tendenze online. Chi invece abbia una propensione per le professioni creative si può occupare di creare contenuti per la rete, come fanno il copywriter, il grafico, oppure il videomaker. Un’altra professione molto richiesta, adatta anche a chi non abbia esperienza pregressa, è quella di addetto all’assistenza clienti. L’uso sempre più frequente di servizi online coincide infatti con un maggiore bisogno di supporto, che le aziende vogliono poter offrire in modo efficace e tempestivo.
Queste sono solo alcune delle professioni in rapida crescita, legate al boom del settore digitale. Nei prossimi anni emergeranno e cresceranno in popolarità anche altri lavori in ambito digitale, e saranno richieste competenze sempre nuove. Le tendenze in questo campo andranno dunque tenute d’occhio anche in futuro.

[Network]  

Ultime notizie

Dello stesso autore