2.1 C
Trieste
mercoledì, 26 Gennaio 2022

Nuovi investimenti e posti di lavoro nel 2022, Fedriga: “Regione Fvg con cittadini e imprese”

24.12.2021 – 11.00 – “Il 2021 è stato un anno difficile, il secondo consecutivo segnato dalla pandemia: proprio per questo, l’Amministrazione regionale ha voluto imprimere un’ulteriore accelerazione per favorire il rilancio del sistema produttivo, la tenuta dei livelli occupazionali e, più in generale, il mantenimento di standard qualitativi elevati nell’erogazione dei servizi”.
Questa la sintesi tracciata dal governatore Massimiliano Fedriga nel corso della tradizionale conferenza stampa di fine anno, tenutasi ieri nel palazzo della Regione a Trieste. “Quattro – ha spiegato ancora Fedriga – i macroambiti di intervento della Regione: salute, famiglia, lavoro e territorio: veri e propri pilastri, che hanno rappresentato e continueranno a rappresentare i cardini attorno ai quali ruoteranno le iniziative di questa Giunta”.
“Sul fronte della salute – ha sottolineato il governatore – in 10 mesi abbiamo somministrato oltre 2 milioni di dosi di vaccino, raggiungendo la copertura di ben 950mila cittadini. Nel solo mese di dicembre inoltre, ci siamo prefissi l’obiettivo di somministrare 400mila terze dosi, imprimendo così un’ulteriore spinta sulla lotta al Covid”.
Ammonta invece a 32 milioni l’importo stanziato a favore delle famiglie: “una cifra che, rispetto all’anno precedente, è stata triplicata – ha illustrato Fedriga – proprio per manifestare la piena attenzione dell’Amministrazione nei confronti di quello che riteniamo essere il nucleo fondamentale delle nostre comunità”.
“Sostegno alle imprese e politiche attive del lavoro rientrano anch’esse nel novero degli interventi maggiormente qualificanti, con oltre 176 milioni ripartiti tra turismo e commercio (107 milioni), artigianato e industria (5,8 milioni), accesso al credito (39 milioni), sviluppo economico locale (25 milioni) e progetto Pipol (21 milioni). Non meno essenziale appare inoltre lo sforzo operato sul versante delle politiche abitative – ha rimarcato il governatore – con lo stanziamento di 149 milioni di euro, di cui ben 103 per i contributi prima casa”.
Tra le misure a vantaggio del territorio, Fedriga ha inoltre ricordato “i 61 milioni sulla formazione, i 45 milioni per l’edilizia scolastica, i 17 milioni per contribuire al ristoro dei soci Coop, il successo dell’Art Bonus (con ben 3,3 milioni di erogazioni liberali sui dodici mesi) e quello del marchio Io Sono Friuli Venezia Giulia, attraverso il quale l’Amministrazione punta con decisione alla promozione del territorio e delle sue eccellenze”.
Ultima, ma non certo in ordine di importanza, la revisione dei patti finanziari che, nel prossimo quinquennio, permetterà al Friuli Venezia Giulia di trattenere 2 miliardi di euro: “400 milioni l’anno circa – ha concluso Fedriga – che, grazie alla proficua interlocuzione con il Governo, riusciremo a investire nelle politiche di sviluppo della regione”.

Passando agli obiettivi della Regione per il 2022, il governatore ha evidenziato come “tutte le azioni portate avanti si fondano sulla volontà dell’Amministrazione di procedere sulla via dell’attrazione di nuovi investimenti e della creazione di nuovi posti di lavoro: due aspetti già di per sé importanti ma che, dopo due anni di pandemia, risultano imprescindibili per il futuro dei cittadini e delle imprese del Friuli Venezia Giulia”.
Il governatore ha quindi evidenziato che per i prossimi 3 anni saranno stanziati 100 milioni l’anno per la competitività e lo sviluppo, “al fine di incentivare sempre di più il rilancio del tessuto economico e produttivo e favorire così le massime ricadute in termini occupazionali e, più in generale, di benessere per l’intero territorio regionale”.
Non mancheranno inoltre cospicui investimenti sulla sanità: “su 1,35 miliardi di investimenti totali tra il 2013 e il 2023, 750 milioni sono stati stanziati da questa Giunta; di questi, 473 verranno immessi sul territorio nei prossimi anni. Un’eloquente testimonianza di quanto la salute pubblica rappresenti, per questa Amministrazione, una priorità assoluta”.
Il governatore ha quindi rimarcato che “parlare di competitività e sviluppo non significa tuttavia limitarsi ad allocare risorse in modo oculato, ma anche investire su iniziative capaci di accendere i riflettori sul nostro territorio: il 2022 in particolare sarà l’anno di Expo, ma anche una tappa di avvicinamento a Eyof 2023 e a Nova Gorica Gorizia capitale europea della cultura 2025″.
Per quanto concerne l’Expo Fedriga ha spiegato che “la ‘Giornata Regionale FVG’ si terrà il prossimo 25 febbraio con un focus sulle eccellenze del territorio, sulle best practice dei progetti realizzati o in corso di definizione, sul marchio ‘Io Sono Friuli Venezia Giulia‘ e sulla filiera BoscoLegno FVG: una vetrina di primo piano per presentare la nostra regione, in molteplici suoi aspetti, a una platea internazionale”.
Fedriga ha quindi spiegato che “altri due appuntamenti importanti sono Eyof 2023, per il quale la Regione sostiene le spese le attività di promozione e rappresentanza, con uno stanziamento di 615mila euro sul 2021 che, nell’anno entrante, lieviterà a quasi 4 milioni e Nova Gorica Gorizia capitale della cultura, per la quale nel 2021 sono stati stanziati 9,5 milioni, ai quali si sommeranno ulteriori 2,1 milioni sul triennio entrante”.
In conclusione, il governatore ha voluto ringraziare tutti i dipendenti della Regione “la cui dedizione e professionalità, imprescindibile per tradurre in azioni concrete gli indirizzi di natura politica, ha permesso di raggiungere traguardi importanti per costruire assieme un Friuli Venezia Giulia saldamente ancorato alle proprie radici ma fortemente proiettato a orizzonti sempre più ambiziosi”.

[n.t.w]

Ultime notizie

Dello stesso autore