Bilancio, Zilli: “Risorse superiori rispetto allo scorso anno”

25.11.2021 – 18.00 – “Le risorse disponibili sono superiori all’approvata manovra di bilancio dello scorso anno: sul valore totale della manovra finanziaria di 4 miliardi e 647 milioni di euro, che comprendono le maggiori dotazioni illustrate oggi pari a 158 milioni, si aggiungono 107 milioni da destinare nel corso della manovra, fino all’Aula, per un incremento totale di 265 milioni di euro”.
Lo ha indicato l’assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, durante l’illustrazione, nella prima Commissione integrata, degli strumenti della manovra di bilancio 2022, composti dalla nota di aggiornamento al Defr 2022, dalla legge collegata alla manovra di bilancio 2022-2024 (ddl 149), dalla legge di stabilità 2022 (ddl n. 150) e dal disegno di legge n. 151 Bilancio di previsione per gli anni 2022-2024.
L’esponente della Giunta Fedriga ha spiegato come i 107 milioni di euro sono ancora da allocare: “su questi pesano le scelte del Governo nazionale relative alle misure fiscali su Irpef e Irap, in merito alle quali auspichiamo che sarà garantita la neutralità finanziaria. La recrudescenza pandemica e l’attesa per le decisioni nazionali sulla revisione delle imposte, suggeriscono un atteggiamento di prudenza nell’utilizzo dei 107 milioni da qui all’Aula. Saranno comunque valutati e condivisi con il Consiglio regionale ulteriori interventi”.

“La manovra – ha indicato ancora Zilli – metterà a disposizione di tutti i settori poste più consistenti rispetto a quanto era stato approvato in via preliminare lo scorso anno, grazie anche ad una maggiore disponibilità di risorse riconducibile alla recente revisione dei patti finanziari con lo Stato”.
“I 158 mln di risorse aggiuntive sono destinati alla salute, alla persona, al sistema casa, alla legge sulla famiglia, all’edilizia scolastica e al finanziamento della spesa corrente per gli Enti locali oltre alle risorse per gli investimenti che vanno ad irrobustire i canali già oggetto di scelta dal Consiglio regionale e dalla Giunta – ha aggiunto Zilli, rimarcando come sono allocati, in quest’ottica, ad esempio, gli ulteriori 25mln di euro, già nel 2022, per dare attuazione al provvedimento famiglia”.

Nel dettaglio le altre allocazioni vedono incrementi rispetto alla Finanziaria 2020 su: cultura e sport per 5 milioni di euro (4mln per la gestione Eyof, 500mila euro per Ecoc 2025, 350mila euro per manifestazioni sportive, il resto per progetti di teatro, musica e danza); Enti locali per 43 mln per la spesa corrente a favore dei Comuni, 10 mln per la spesa legata al personale non dirigente; su infrastrutture e territorio 20 milioni per la casa e 4,3 mln per Trenitalia oltre ad ulteriori 13 mln suddivisi in 3 mln per attività portuale, 3 mln per viabilità regionale Fvg strade, 2mln per Fondo edilizia scolastica, 2 mln per Fondo progettazione Pnrr, 1 mln per strade comunali e 2 mln per la riqualificazione dei centri minori; attività produttive per 5 mln (3 mln per contributi a Pmi, 1 mln per imprese industriali legge Sabatini, 1 mln per grandi eventi); agroalimentare oltre all’importante dotazione sul mini assestamento sono previsti ancora 3mln; ambiente per 4mln (1mln
per corsi d’acqua, 2mln per dragaggi, 1mln per funzionamento Arpa); salute 20 milioni per fondo sanitario e 1,3 mln per abbattimento rette residenzialità anziani.

Quanto al mini assestamento, pari a oltre 117 mln di euro, Zilli ha indicato come “le risorse sono frutto delle maggiori entrate derivanti dalle risorse in più concesse dal patto Fedriga-Franco pari a 66,6 mln di euro, 7 milioni 092 per rientri in sanità riassegnati all’ambito sanitario e storni di spesa per 43mln di euro”.
Nel dettaglio: 50mln sono per contributi prima casa, 24 mln su fondo rotazione agricolo, 27,9 mln su sanità, 3mln su legge Sabatini, 3 mln per il Frie, 1 mln per investimenti imprese commerciali, 2 mln per la cultura e lo sport per la sanificazione di ambienti quali palestre e simili, 1,8 mln per l’ulteriore scorrimento del bando ripartenza, 1,7 mln per contrattazione integrativa dirigenti e 2,87 mln per interventi minori fra cui Eyof e iniziative a favore delle imprese cooperative e la questione Tundo.
I provvedimenti sono stati approvati dalla I commissione.

[c.c]