Approvato dal CdM decreto “Super Green Pass”: cosa prevede?

25.11.2021 – 09.30 – Una stretta attesa che nella prima serata di ieri, mercoledì 24 novembre, ha trovato conferma: è stato infatti approvato dal Consiglio dei ministri un nuovo, e molto discusso, decreto legge che introduce, a partire dal 6 dicembre, il cosiddetto Super Green pass, o Green Pass “rafforzato”.
Si tratta di una certificazione verde che sarà valida unicamente per le persone vaccinate o guarite dal Covid, la cui durata sarà di nove mesi dall’ultima inoculazione.
Un Green Pass che sarà necessario in tutte le zone di rischio, anche in quella bianca, perchè permettere di accedere a “spettacoli, eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche”.
Nuove misure preventive per il contrasto ai contagi che rimarranno in vigore fino al 15 gennaio.

Chi non è in possesso del cosiddetto Super Green Pass non potrà entrare in bar e ristoranti al chiuso, palestre, impianti sportivi, cinema, teatri, discoteche né partecipare a spettacoli, feste e cerimonie pubbliche.
Per potersi recare sul proprio posto di lavoro sarà invece necessario il Green Pass “base”, che si ottiene tramite tampone molecolare o antigenico.
La certificazione base servirà anche per alberghi, palestre, spogliatoi per l’attività sportiva, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale.
Dal 15 dicembre la vaccinazione obbligatoria verrà inoltre estesa a personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia, soccorso pubblico. Per il personale sanitario è obbligatoria la terza dose.
La mascherina resta non obbligatoria all’aperto in zona bianca e obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa.

Le norme messe in atto possono essere rafforzate da ordinanze regionali e provvedimenti comunali: entro 3 giorni dall’entrata in vigore del decreto legge, i Prefetti sentiranno il Comitato provinciale ordine e sicurezza ed, entro 5 giorni, adotteranno il nuovo piano di controlli coinvolgendo tutte le forze di polizia, relazionando periodicamente.
La durata dei tamponi resta invece invariata: molecolari è di 72 ore, antigenici è di 48 ore.
A partire dal 1 dicembre, la terza dose di vaccino sarà disponibile per tutti gli over 18.

[c.c]