Regionalizzazione scuola, Commissione Stato-Regioni dà ok, soddisfazione unanime da politica FVG

13.10.2021 – 17.30 | La Commissione paritetica Stato-Regioni ha dato il proprio ok alla norma attuativa del trasferimento di competenze in materia di scuola alla Regione Friuli Venezia Giulia dando di fatto il via all’iter che porterà poi la norma a dover essere approvata dai Ministeri competenti e, infine, da parte del Consiglio dei ministri. Diversi esponenti delle varie forze politiche presenti in Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia hanno espresso la propria soddisfazione per una misura che, se verrà approvata anche nelle successive fasi necessarie per entrare in vigore, darà alla Regione maggiori competenze in materia di scuola.

“È solo un primo passo di un percorso ancora lungo per portare al Fvg le funzioni amministrative ora svolte dall’Ufficio scolastico regionale” ha spiegato la consigliera regionale del Partito Democratico, Chiara da Giau. Da parte dei dem arriva un giudizio favorevole: “Giudichiamo positivo il fatto che si proceda su quanto già elaborato nella legislatura precedente e che si possa pensare di arrivare a una definizione finalmente chiara e ufficiale di funzioni e ruoli di Stato e Regione in materia di istruzione, senza margini di interpretazione e rischi di ingerenza” dichiara infatti la consigliera, che però puntualizza: “resta importante che ruolo e responsabilità maggiori nella gestione delle funzioni legate alla scuola da parte della Regione come istituzione più vicina al territorio, non diano adito ad atteggiamenti di chiusura, ma sappiano invece valorizzare una formazione che consenta ai nostri ragazzi di esplorare i maggiori orizzonti che il mondo attuale loro offre, nel contempo rendendo più attrattiva la nostra regione”.

Anche dal gruppo consiliare di Fratelli d’Italia trasparisce soddisfazione in merito alla regionalizzazione delle competenze in materia di scuola. “Fin dall’inizio della legislatura regionale il nostro partito ha portato avanti con convinzione e tenacia il processo di regionalizzazione della scuola che, in questi giorni, ha visto compiersi un ulteriore, fondamentale paso in avanti” ha commentato il consigliere regionale di FdI Alessandro Basso. “Solo attraverso una più ampia gamma di competenze regionali in materia di istruzione saremo in grado di migliorare la qualità didattica, ottimizzare e razionalizzare la rete del sistema scolastico, nonché offrire un’offerta formativa che tenga conto e valorizzi anche le specificità regionali sia dal punto di vista culturale che economico e territoriale” ha poi aggiunto Basso.

“Una svolta attesa da tempo e che accolgo con soddisfazione, pensando all’opportunità che viene offerta al sistema scuola della nostra Regione, per diventare “autonomo” e gestito da un’Amministrazione che conosce le peculiarità del proprio territorio, creando in questo modo i presupposti per un ammodernamento del sistema e, in prospettiva, per una crescita anche sociale” ha commentato il consigliere regionale del Progetto FVG/Autonomia Responsabile, Giuseppe Sibau. Se è vero che l’approvazione da parte della Commissione Paritetica è solo il primo passo, Sibau spera che “a Roma si possa raggiungere l’approvazione finale”, contando anche sul lavoro in tal senso di tutte le forze presenti in Consiglio Regionale, unite per raggiungere lo scopo.