Pallanuoto, l’u20 femminile si prepara alla Final Four

21.07.2021 – È tempo di Final Four per il campionato nazionale u20 di pallanuoto femminile. Dalla piscina “Bruno Bianchi” di Trieste, dove tra oggi (mercoledì 21 luglio) e domani (giovedì 22 luglio) si disputeranno le gare tra le quattro finaliste nazionali, uscirà la squadra che potrà fregiarsi dell’ambito titolo di Campione d’Italia di categoria. A contendersi lo scudetto saranno in quattro: Bogliasco, Catania, Roma e le orchette della Pallanuoto Trieste.

La formula delle finali per lo Scudetto è molto agile: si comincia con le semifinali, che verranno decise tramite sorteggio poco prima delle partite (in programma domani alle 17 e alle 18,30) e dalle quali usciranno le finaliste. La finalissima è prevista per giovedì, alle 11, ma alle 9,30 si disputerà anche la finalina per il terzo posto, che metterà contro, ovviamente, le due semifinaliste sconfitte.

Difficile fare pronostici: le orchette arrivano all’impegno con il gruppo che ha disputato la Serie A1, ma storicamente Bogliasco ha sempre vinto molto a livello giovanile. Anche Roma, come le orchette, può vantare alcune atlete impegnate in Serie A1, mentre Catania vede in panchina Miceli, che un mese fa vinceva lo scudetto “delle grandi” in vasca con il suo Orizzonte nella finale contro Plebiscito Padova.

Insomma, per la Pallanuoto Trieste (che in collaborazione con la Federnuoto ha organizzato l’evento) si tratta di un impegno importante e insidioso. “Per noi è un appuntamento di grande importanza – spiega l’allenatrice Ilaria Colautti – e siamo pronte per dare il massimo in acqua. La squadra è carica al punto giusto, ma allo stesso tempo ho visto le ragazze molto tranquille e concentrate.”.

Del resto, non potrebbe essere altrimenti, visto che per le ragazze impegnate alla “Bianchi” questo appuntamento rappresenta il punto di arrivo di un percorso lunghissimo: “Per il nostro gruppo – spiega infatti Colautti – queste finali possono rappresentare la chiusura di un ciclo iniziato tanti anni fa e che ci ha già portato molte soddisfazioni, uno scudetto vinto nel 2016, una finale persa nel 2018 in casa nostra. Quella delusione un po’ ci pesa ancora e vorremo prenderci la rivincita.”.

Un’ulteriore insidia potrebbe essere data dall’inevitabile stanchezza, visto che negli ultimi tempi gli impegni sono stati tanti, con il girone semifinale disputato appena lo scorso fine settimana: “Arriviamo a questa final-four dopo una stagione strana, nelle ultime settimane abbiamo giocato tanto, ma adesso non c’è stanchezza che regga, dobbiamo dare tutto.” chiude l’allenatrice alabardata.

La rosa della Pallanuoto Trieste: Lucrezia Cergol (c), Amanda Russignan, Gaia Gagliardi, Aleksandra Jankovic, Veronica Gant, Giorgia Klatowski, Dafne Bettini, Gaia Pasquon, Grace Marussi, Francesca Lonza, Elisa Sblattero, Martina Benati, Beatrice Bozzetta, Rebecca Apollonio.