13.7 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Calcio Dilettanti: in Eccellenza vittoria esterna del San Luigi, pareggio per il Vesna

24.11.16| 12.25- Per il calcio Dilettanti, si conferma in palla il San Luigi che rimane nelle zone alte dell’Eccellenza. In Promozione fondamentale vittoria per il Primorec nel derby con il Costalunga mentre in Prima viaggiano sempre su buoni standard Primorje e Zarja, con il Muglia che torna al successo. Bene Roianese e Opicina in Seconda mentre la sfida di Terza fra Cgs e Ufm si conclude con un nulla di fatto, allontanando i monfalconesi dalla vetta.

In Eccellenza, continuano le vittorie del San Luigi, con il Vesna invece al ribasso.

Vince ancora il San Luigi che racimola il quinto risultato utile consecutivo e continua a marciare nelle zone alte della graduatoria. La formazione di Pocecco supera tra le mura amiche il Lignano con un 3-0 che non lascia spazio a recriminazioni per gli ospiti. Ciriello e doppio Muiesan marchiano a fuoco il risultato a favore dei biancoverdi.

Prima vittoria dell’era Knezevic per il Kras Repen che tra le mura amiche piega il Chions per 2-1, mettendo una distanza di sicurezza rispetto alla zona pericolo. Due gol di Smrtnik in apertura delle due frazioni consentono ai biancorossi di incamerare il prezioso risultato.

Va decisamente meno bene al Vesna che incappa in un brutto rovescio casalingo contro la Gemonese. Due errori nel primo tempo regalano agli ospiti un doppio vantaggio che la squadra di Sandrin non riuscirà più a rimediare. Anzi, nella ripresa le cose vanno anche peggio e i carnici dilagano realizzando altre quattro reti mentre i padroni di casa riescono solo a trovare il gol della bandiera con Goran Kerpan per il momentaneo 1-5.

In Promozione, nessun risultato che spicchi per davvero, con l’eccezione del Primorec.

Domenica di triplo derby ma a sorridere pienamente è soltanto il Primorec che porta a casa i tre punti in una delicata sfida salvezza con il Costalunga. Decide una rete di Zacchigna nel finale di primo tempo, rete che consente ai biancorossi di salire a quota 12 punti, agganciati al treno salvezza, mentre i gialloneri restano ancorati al fondo della classifica.

Pareggio 2-2 tra San Giovanni e Trieste Calcio che non riescono a fare un passo avanti sostanziale nella zona medio bassa della graduatoria. Ilic e Costa per i rossoneri, Gajcanin e Lombardi rispondono per la squadra di Saina.

Parità anche nella terza stracittadina di ieri: Zaule e Sistiana non si fanno male e portano a casa un punticino a testa che non cambia i connotati delle rispettive classifiche. Cade il Domio che nulla può sul campo della capolista Ronchi: finisce 5-2 per gli isontini e alla squadra di Sciarrone non bastano i gol di Pippan e Puzzer.

In Prima Categoria, buoni risultati per i Pro Romans e il Primorje.

Il Primorje non si arresta, ma non la fa nemmeno la capolista Pro Romans, che mantiene il primato vincendo 1-0 in casa dell’Isonzo nel big match dell’undicesima giornata. I giallorossi però rispondono ed espugnano il campo del Sovodnje per 4-2. Sotto due volte nel primo tempo (chiuso 2-1 con rete carsolina di Semani), la squadra di Ravalico accelera nella ripresa e non lascia scampo agli avversari. Ancora Semani firma il 2-2 pi sono Chierini e Pacherini a realizzare i gol che regalano il successo alla formazione di Prosecco.

Bene anche lo Zarja che supera 1-0 la Cormonese e consolida la propria posizione in zona play-off. Partita complicata e incerta fino all’ultimo ma la squadra di Euro Petagna trova il guizzo vincente proprio in zona Cesarini grazie a Racman. Tre punti che sanno di ossigeno per il Muglia Fortitudo, vittorioso nell’anticipo di sabato contro il Sevegliano. Dopo tre sconfitte consecutive, la squadra rivierasca rialza la testa e dà una sistemata alla propria classifica al termine di un match sofferto, soprattutto nel primo tempo, in cui gli ospiti colpiscono un palo e creano altre occasioni. Il Sevegliano però resta in dieci e il Muglia ne approfitta per uscire dal guscio e trovare il gol vittoria con Barnobi, prima della seconda espulsione per gli ospiti.

Si interrompe la serie positiva del Sant’Andrea, fermato dal Mladost: vincono i padroni di casa 2-1 con i triestini che erano riusciti, nonostante l’inferiorità numerica, a pareggiare il primo svantaggio. Con lo stesso punteggio perde pure il Chiarbola Ponziana, battuto 2-1 ad Aquileia.

In Seconda Categoria, buoni risultati per la Roianese e l’Opicina, mentre il Campanelle cede contro la capolista Ruda.

Si conferma il buon momento di forma della Roianese che batte il Montebello Don Bosco 5-2 e porta a casa il settimo punto nelle ultime tre partite. Risultato che consente ai bianconeri di rimanere agganciata alla zona che porta alla salvezza diretta mentre i salesiani perdono terreno.

Bene anche l’Opicina, alla seconda affermazione consecutiva: i gialloblu si impongono sul campo del Fiumicello per 1-0 e per la prima volta escono dalla zona play-out. Il Breg tira fuori l’orgoglio e rimedia un pareggio che pareva impossibile nelle scontro diretto con il Villesse. Gli ospiti chiudono in vantaggio il primo tempo e raddoppiano a inizio ripresa ma il team di Lacalamita, reduce da due sconfitte di fila, si ribella a una destino che pareva segnato e rimonta: Daris da il là al recupero e Sebastian Nigris lo concretizza proprio al novantesimo.

Nulla da fare per il Campanelle che non sfigura davanti alla capolista Ruda ma alla fine deve cedere per 2-0. La sfida play-off tra San Canzian e Romana si conclude sul 2-2.

Infine, la Terza Categoria con una sola giuliana vittoriosa, il Gaja e una serie di sconfitte e/o pareggi.

Finisce 0-0 la sfida tra Cgs e Ufm. Un risultato che indubbiamente fa più bene ai triestini che danno continuità alla vittoria con il Poggio, mentre i monfalconesi perdono terreno rispetto alla capolista La Fortezza Gradisca, vittoriosa 5-2 sul campo del Villanova.

L’unica giuliana vincente è il Gaja che espugna Strassoldo per 3-2. Avanti 2-0 nel primo tempo con Maschietto e Palermo, i carsolini vengono rimontati nella ripresa ma trovano il guizzo vincente con Torcello a 10’ dal termine.

Pareggio casalingo per l’Alabarda nello scontro diretto con il Sagrado: finisce 0-0 tra due squadre che mirano ai play-off. Cade in casa l’Aurisina che deve lasciare l’intera posta al Poggio: tre reti per gli ospiti mentre la formazione di casa compie un passo indietro rispetto alle ultime due partite contro Gaja e Pieris, che hanno fruttato quattro punti ai diavoli rossi.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore