Accordo Typhoon-Università di Trieste: l’impresa al servizio della scienza

29.07.2021 – 11.42 – L’Università degli studi di Trieste ha avviato una collaborazione tra il gruppo di ricerca del laboratorio D-ETEF (Digital Energy Transformation & Electrification Facility) del Dipartimento di Ingegneria e Architettura e il colosso Typhoon HIL, azienda leader nei sistemi per l’emulazione Hardware-In-the-Loop. Si tratta di una delle tante collaborazioni che UNITS ha avviato negli ultimi mesi, tese a una sinergia, in campo scientifico, tra gli emisferi dell’imprenditoria e della ricerca universitaria. L’azienda è specializzata nello riprodurre, tramite appositi prototipi, l’elettronica di un motore, onde verificare il suo funzionamento in un ambiento controllato. La Typhoon all’interno della collaborazione ha menzionato, accanto alle classiche automobili, le unità navali ibride/elettriche. E il pensiero corre spontaneo al modello di software virtuale sviluppato da Fincantieri, all’interno di quel “digital twin” caratteristico dell’Industry 4.0. Si tratta pertanto di una collaborazione che avrà modo di avvalersi di “un ambiente di sviluppo ad altissima fedeltà”; lo stesso laboratorio D-ETEF migliorerà le proprie capacità di analisi, gestione e controllo di sistemi elettrici per l’energia e i trasporti. I dispositivi verranno successivamente messi a disposizione per le attività di laboratorio degli insegnamenti del corso di Laurea Magistrale in Ingegneria dell’Energia Elettrica e dei Sistemi.

[z.s.]