Trento-Trieste, l’Allianz cade ancora, 81 a 69 il risultato finale

15.04.2021 – 08:00 –  L’Allianz Pallacanestro Trieste perde il confronto diretto con la Dolomiti Energia Trentino alla BLM Group Arena: 81 – 69 il finale a favore dei bianconeri, che inanellano la quinta vittoria nelle ultime sei gare, mentre il momento complicato dei ragazzi di Dalmasson non accenna ad arrestarsi, con una prestazione indubbiamente influenzata da un primo periodo da incubo. In quintetto, l’Allianz schiera Fernandez al fianco di Doyle, Henry, Da Ros e Delìa: “Lele” Molin, invece, opta per Browne, Morgan, Martin, Maye e Williams, starting five classico.

Il primo quarto:

La scelta “premia” i bianconeri, che nei primi cinque minuti sono praticamente perfetti: 12 – 0 è il parziale inaugurale della Dolomiti Energia, che ha in Luke Maye il protagonista; i biancorossi si sbloccano solamente a 5’50’’ dalla prima sirena con Delìa (6/9 da due, 4 rimbalzi) da sotto, dopo aver tirato con 0/7 dal campo. Il parziale, però, è completamente appannaggio dei padroni di casa, che dentro al pitturato hanno un ottimo contributo dalla coppia Maye – Williams (8 punti con il 100% al tiro nel primo quarto). I biancorossi forzano troppo e hanno meno energia rispetto agli avversari e, dopo le due bombe di fila a firma Browne – Sanders, il canestro di Alviti fissa il 24 – 5 con cui si conclude il primo quarto.

Il secondo quarto:

Anche nella seconda frazione le cose rimangono pressoché uguali: sono Williams sotto le plance e Martin sul perimetro gli uomini di riferimento per una Trento che sembra giocare a memoria. In casa Trieste, si arriva fino al meno venticinque (35 – 10) dopo il canestro di Williams (10/15 da due, 6/6 ai liberi, 4 rimbalzi) sull’assist di Mezzanotte, poi un parziale di 0 – 7 dei biancorossi, condito da una bomba di Cavaliero, fissa il 37 – 19. Molin non perde tempo e chiama minuto di sospensione: il time out serve, perché Fernandez commette il quarto fallo a 3’19’’ dall’intervallo lungo, mentre Browne confeziona un bel gioco da tre punti. Due canestri di fila di Doyle rendono meno amaro lo scarto per Trieste, ma in generale è sempre la Dolomiti Energia a condurre, tanto che a metà gara siamo sul 46 – 27.

Il terzo quarto:

La ripresa si apre con un’Allianz che, di puro orgoglio, rosicchia qualche lunghezza ai trentini: difesa che aumenta di colpi e l’ottima intesa fra Da Ros e Delìa, sono queste le armi dei biancorossi che costringono Molin al time out dopo tre minuti e mezzo (48 – 35). Williams è sempre una presenza e continua a martellare nei pressi del canestro, ma dall’altra parte Delìa due “canestro e fallo” consecutivi per il 52-40. Il carattere di Daniele Cavaliero (2/3 da tre, 3/3 in lunetta, 5 rimbalzi, 3 assist), in questa frazione, è utilissimo: il veterano di Dalmasson sigla due bombe e altrettanti liberi, che permettono all’Allianz di scendere sotto la doppia cifra di ritardo (60 – 51), poi il canestro di Sanders sigilla il +11 del 30’.

Il quarto quarto:

In avvio di ultimo quarto, Fernandez esce per falli dopo meno di un minuto: piove sul bagnato per l’Allianz, pure se Trento abbassa le sue percentuali. Williams, Maye (6/13 dal campo, 11 rimbalzi) e Browne ci mettono qualità e punti per tenere la Dolomiti Energia lontana con un buon margine: Trieste lotta, ma le energie spese per rimontare il gap del primo periodo sono troppe. Non sono sufficienti i canestri di Delìa ed Alviti, perchè la concretezza di Trento non lascia scampo: il team di Molin riesce anche a guadagnare la differenza canestri, con un finale infuocato. Martin segna un solo tiro libero e per i biancorossi c’è l’ultima occasione: palla persa, ma recuperata da Doyle su Browne (5/11 dal campo, 3/4 ai liberi, 9 assist, 5 recuperi). L’americano avrebbe la possibilità di ridurre lo scarto sotto i dieci punti, ma il suo tiro da fuori non tocca nemmeno il ferro: è +12 Dolomiti Energia, l’Allianz scivola all’ottavo posto.

Il commento del coach di Allianz Pallacanestro Trieste, Eugenio Dalmasson:

“Un primo quarto senza dubbio che in chiave di lettura della partita ci ha penalizzato in modo importante, in modo definitivo direi. Poi c’è stato grande equilibrio anche nel punteggio, siamo arrivati a riportarci sotto la doppia cifra di svantaggio. C’è stata una buona reazione, finalmente un primo momento in cui abbiamo visto la squadra ricompattarsi. Trento è una squadra che non soffre particolarmente questo tipo di sfide, data la grande fisicità, per il fatto può cambiare sistematicamente marcature. Adesso dobbiamo guardare avanti, la prossima finale che ci giocheremo con Pesaro. Prendiamo quello che di buono abbiamo creato stasera nel saper stare insieme, soprattutto in un momento di grande difficoltà dal quale non era facile reagire, soprattutto dopo quel colpo da ko dei primi 10 min. Adesso testa a Pesaro”.

Il tabellino:

AQUILA TRENTO – PALLACANESTRO TRIESTE  81 – 69.

Dolomiti Energia Trentino: Browne 14, Martin 11, Sanders 8, Morgan 6, Williams 26, Forray ne, Conti, Mezzanotte, Pascolo ne, Jovanovic ne, Ladurner ne, Maye 16. All. Molin.

Allianz Pallacanestro Trieste: Da Ros 3, Alviti 12, Henry 8, Doyle 13, Delìa 13, Fernandez 3, Laquintana, Coronica ne, Cavaliero 9, Arnaldo ne, Upson 4, Grazulis 4. All. Dalmasson.

Parziali: 24-5; 46-27; 62-51.

Arbitri: Borgioni, Bettini e Boninsegna.

(cs)