19.3 C
Trieste
lunedì, 3 Ottobre 2022

“Paura e delirio” in via Conti: party clandestino con 40 persone

08.02.2021 – 12.10 – Continua l’attività di controllo della Polizia Locale nell’ambito dell’emergenza Coronavirus. Sabato 6 febbraio, poco prima delle ore 18.00, alla Sala Operativa veniva segnalato una sorta di festino privato all’interno del bar Boca Chica, sito in via Conti n° 40, non nuovo a episodi di questo genere. Giunta sul posto una pattuglia, la surreale scoperta: circa 40 persone, ben oltre la capienza massima, intente a bere, ballare e cantare, senza alcun rispetto delle distanze di sicurezza e senza indossare la mascherina.
Interrotta la festa ed iniziati ad identificare i presenti, tuttavia, a causa (probabilmente) del loro stato di alterazione alcolica, alcune persone hanno iniziato ad esprimere contrarietà, con toni accesi, nei confronti degli agenti intervenuti, aizzando contro di loro la quasi totalità degli avventori, e iniziando a spintonare e ad opporsi ai controlli. Spinte che hanno fatto cadere a terra uno degli operatori, mentre contro gli altri due venivano lanciate alcune bottiglie di vetro e bicchieri, a cui ha fatto seguito una vera e propria aggressione con calci e pugni.
La situazione è andata via via a ridimensionarsi, con l’arrivo di altre pattuglie, al quale è seguito un fuggi fuggi generale.

Mentre uno dei responsabili dell’aggressione veniva immediatamente ammanettato, un altro, che aveva colpito uno degli agenti alla testa, era però riuscito a darsi alla fuga facendo perdere le sue tracce. Sul posto interveniva nel frattempo anche il personale del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale, che, una volta raccolti quanti più elementi ritenuti utili dalle descrizioni fatte da alcuni presenti e dalle immagini video di alcuni dispositivi attivi in zona, si è messa immediatamente alla ricerca del fuggitivo. Dopo poco tempo e grazie anche ad una minuziosa analisi via social, l’uomo è stato identificato, prelevato dalla sua residenza dopo le ore 20.00 nei pressi del viale XX Settembre, e condotto alla caserma San Sebastiano per gli accertamenti di rito.

I due fermati, entrambi cittadini di Santo Domingo, D.D. classe 1991 e E.S.J.D. classe 2001, risultati essere pluripregiudicati con numerosi precedenti per reati contro la persona, il patrimonio, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, porto abusivo di armi e reati in materia di stupefacenti, sono stati arrestati e ristretti ai domiciliari così come disposto dal Pubblico Ministero di turno.
Per quanto riguarda il locale invece, che aveva effettivamente ospitato una “festa clandestina” ignorando in toto la normativa anti-Covid, è stato sottoposto a chiusura provvisoria da parte del Nucleo di Polizia Commerciale della Municipale che sta peraltro verificando la regolarità delle autorizzazioni che, al momento, sembrerebbero presentare diverse lacune; sanzionato amministrativamente anche il gestore del locale.
Due sono gli agenti della Polizia Locale che hanno riportato lesioni; entrambi sono stati trasportati al Pronto Soccorso di Cattinara per essere sottoposti alle necessarie cure mediche. Fortunatamente le loro condizioni di salute non destano preoccupazione.

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore