Oltre il muro tra passato e futuro

15.10.2020 – 19.50 Oltre il muro è un concorso letterario organizzato dalla Parrocchia Santa Maria Assunta di Casale sul Sile, amena località in provincia di Treviso. Quest’anno il podio under 15 se lo sono accaparrato tre studentesse del Liceo Galileo Galilei di Trieste: Francesca, Emily e Virginia. Incredibile ma vero. Lo stesso organizzatore, nel comunicare il risultato, era molto imbarazzato perché, a memoria d’uomo, una simile combinazione non si era mai vista. Il concorso è aperto a studenti di tutta Italia ed è diviso in due categorie: under 15 (quest’anno 48 i partecipanti) e adulti (79 iscritti). La giuria, composta da ragazzi e adulti, legge gli elaborati, rigorosamente anonimi, e poi stabilisce i vincitori. A premiare le tre fanciulle è venuto, da Trieste, il presidente del consiglio Francesco Panteca che, con la sua presenza, ha voluto rendere onore alla manifestazione.

Lusinghieri gli apprezzamenti arrivati per le tre studentesse vincitrici: testi caratterizzati da una forte carica emotiva, svolti in modo originale, accattivante e gradevole portatori di grandi valori quali la solidarietà, l’importanza di abbattere le barriere, il riconoscere il valore degli affetti.

Che cosa ha significato per Francesca, Emily e Virginia ricevere questi premi?

Oltre il muro, Emily Grace Campanelli
Oltre il muro, Emily Grace Campanelli

Emily (terza classificata): Partecipare a questo concorso per me è stata un’esperienza nuova e molto formativa e mi sono impegnata nel cercare di esprimermi al meglio all’interno del testo. Vincere è stata una grande soddisfazione, considerando l’impegno che ci avevo messo, ma soprattutto perché è stata la prima volta in cui ho espresso pubblicamente le mie abilità linguistiche.

Oltre il muro, Virginia Tudorov
Oltre il muro, Virginia Tudorov

Virginia (seconda classificata): Fino ad ora non avevo mai partecipato ad un concorso di scrittura. Quando ho scoperto di essere arrivata sul podio ero contentissima. Andare sul palco, ricevere dei complimenti per un testo scritto da me e con delle mie idee e dei miei pensieri è una bellissima sensazione. Sono stata davvero felice di aver partecipato, è stupendo impegnarsi in qualcosa e ricevere delle soddisfazioni come queste.

Oltre il muro, Francesca Garofalo
Oltre il muro, Francesca Garofalo

Francesca (prima classificata): Non ho mai partecipato, prima di adesso, ad un concorso letterario e mai avrei pensato di poter essere una delle vincitrici. La scorsa domenica a Casale sul Sile, durante le premiazioni di “Oltre il muro, tu, io e i mondi possibili” mi sono sentita avvolta dall’entusiasmo degli organizzatori. È stato emozionante ricevere tanta attenzione e il riconoscimento ricevuto mi ha dato una buona iniezione di autostima. Un’esperienza gratificante che custodiró gelosamente e che consiglierei a tutti di provare, anche a chi come me, pensava di non saper scrivere bene.

Non potevamo non dare la parola anche ad uno degli organizzatori; uno per tutti Angiolino Piva: sono dieci anni che organizziamo il premio letterario qui, a Casale dul SIle e ogni anno, sempre più, cresce in noi la consapevolezza che attraverso la scrittura le persone possono esternare sentimenti ed emozioni che altrimenti rimarrebbero nascoste o confidate a pochi. Questa forma di apertura verso gli altri è una ricchezza che va ad alimentare il cuore e la mente di chi legge. Detto questo, la nostra emozione più grande è la gioia di contribuire perché ciò avvenga. Spero che queste poche righe possano far comprendere ciò che proviamo.