17.6 C
Trieste
giovedì, 6 Ottobre 2022

Omnibus, promossi i provvedimenti su cultura e sport

26.05.2022 – 18.30 | Qualche limatura agli articoli, e anche il Capo IX del disegno di legge 165 Omnibus in materia di cultura e sport è stato licenziato dall’Aula a maggioranza. Rispetto a quanto già previsto, da parte di Giunta e Lega sono state ottenute le conferme a due contributi, rispettivamente per la piscina del Comune di Tolmezzo e per la palestra comunale di Campoformido. Progetto Fvg/Ar porta a casa lo slittamento di tre mesi della data di scadenza (dal 30 settembre al 31 dicembre 2022) per i beneficiari dei contributi previsti dalla legge regionale 10/2020 (Misure urgenti in materia di cultura e sport) per la realizzazione di manifestazioni sportive, agonistiche e amatoriali, anche a carattere transfrontaliero, in Friuli Venezia Giulia, con rendicontazione entro il 28 febbraio 2023. Infine, la Giunta si aggiudica un consenso trasversale alla disposizione con cui si permette all’ente di decentramento regionale (Edr) di Gorizia, quale stazione appaltante di opere infrastrutturali all’interno del progetto di rigenerazione di borgo Castello, di acquisire la temporanea disponibilità degli immobili di proprietà dell’Amministrazione comunale e della fondazione Coronini Cronberg interessati dai finanziamenti del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr); al termine dei lavori, gli edifici ritorneranno alla disponibilità dei proprietari.

Rispondendo così ai dubbi sollevati in particolare dai consiglieri del Pd, la Giunta ha spiegato che, con immagini acquisite con un drone, è stato verificato dal ministero della Cultura che borgo Castello di Gorizia non fa parte del centro storico della città, condizione senza la quale non avrebbe potuto beneficiare dei fondi del Pnrr. Non solo, ma quella di Gorizia capitale europea della cultura 2025, con 10 milioni di euro in investimenti per opere di adeguamento e altrettanti per il progetto culturale, che è ancora in divenire e portato avanti a più mani, è una opportunità che difficilmente si ripresenterà alla nostra Regione. Quanto alle domande giunte da altri 6 Comuni, è stata verificata l’impossibilità di darvi seguito per mancanza di tempo piuttosto che perché si trattava di salvaguardare un solo edificio invece che un intero borgo.
[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore