21.5 C
Trieste
venerdì, 12 Agosto 2022

L’Allianz va a Sassari, tra ricordi e presente

03.10.2020 – 12.24 – La gara di domani contro la Dinamo Sassari (ore 18.15 – PalaSerradimigni) per l’Allianz Trieste non sarà solo la seconda di campionato, non solo – come ha ribadito Dalmasson ieri – un’occasione per fare un ulteriore salto di qualità. Il 19 ottobre scorso l’Allianz Dome si coprì, prima della palla a due di Trieste-Brescia, di cartelli bianchi con scritta rossa: “Sveva“. Il ricordo della bambina che un anno fa ha unito per qualche giorno l’intera penisola cestistica ricorre e l’Allianz è di nuovo in prima fila. Quella contro Sassari è anche una sfida che evoca dolci ricordi: l’inaspetata vittoria fuori casa dell’anno scorso, la prima di un inizio di campinato non facile. Soprattutto, la tripla all’ultimo secondo di Fernandez che fece sobbalzare il cuore di chi era all’Allianz Dome.

Passando all’attualità, sono le dichiarazioni degli allenatori a delineare la partita.
“Dovremo limitare il più possibile la pericolosità del Banco di Sardegna in post basso – ha spiegato Dalmasson -, aspetto che ha caratterizzato il loro gioco specialmente negli ultimi anni. Da questa posizione, riescono a costruirsi tiri da sotto ma anche a riaprire per le conclusioni dalla lunga distanza, dunque dovremo stare attenti in maniera particolare a questo aspetto. In più, hanno uno dei migliori pivot del campionato e tirano molto bene da tre, per cui dovremo essere all’erta a 360 gradi per poter competere con il Banco di Sardegna”.

I sardi sono reduci dalla vittoria fuori casa contro Pistoia. Il triestino Pozzecco, coach della Dinamo (che torna a giocare davanti al proprio pubblico dopo lo scoppio dell’epidemia) invece si è avvicinato alla sfida ponendo l’accento sulla volontà di rivalsa dei suoi e ha dato una carezza a Laquintana: “L’anno scorso, purtroppo per noi, ci hanno battuto due volte: la loro continuità a livello tecnico è sintomo di grande lungimiranza e la dimostrazione che si è svolto un ottimo lavoro. E’ una squadra che sa dove vuole andare e che ha parecchi giocatori che possono diventare protagonisti come Tommaso Laquintana, un ragazzo a cui sono estremamente legato”.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore