11 settembre: New York si ferma a 19 anni dalla tragedia

11.09.2020 – 09.20 – 11 settembre 2001 gli Stati Uniti si fermano. Quattro aerei di linea vengono dirottati da 19 terroristi appartenenti ad al-Qaida: due vengono fatti schiantare contro le Torri Nord e Sud del World Trade Center, nel quartiere della Lower Manhattan a New York; uno viene fatto schiantare contro il Pentagono, nella contea di Arlington in Virginia, e uno, inizialmente diretto verso Washington, grazie alla rivolta dei passeggeri, precipitò invece in un campo nei pressi di Shanksville in Pennsylvania. Furono in tutto 2977 le vittime, e oltre 6000 i feriti, in quello che viene ricordato come uno dei più gravi attacchi terroristici dell’età contemporanea.
La celebrazione in ricordo delle vittime quest’anno sarà certamente diversa a causa della pandemia, ma non per questo sarà meno sentita. Al World Trade Center non vi sarà alcun palco, nessun grande nome atteso, e tra le autorità vi sarà solo il vicepresidente Mike Pence. Protagonisti di questa giornata saranno invece i famigliari delle vittime, unica presenza consentita in quanto vige il divieto di assembramento, e per i quali sarà consentito l’accesso al Museo dell’11 settembre che riaprirà in quest’occasione dopo sei mesi di stop. La cerimonia con la lettura dei nomi delle vittime potrà però essere seguita da casa tramite la diretta streaming. Quello che rimarrà della “tradizionale” celebrazione degli scorsi anni, saranno solamente il suono delle campane e i fasci di luce al posto delle Torri Gemelle.
Nella cerimonia che si svolgerà al Flight 93 National Memorial in Pennsylvania vi sarà invece la presenza del presidente Donald Trump e del suo rivale Joe Biden.