27.4 C
Trieste
lunedì, 8 Agosto 2022

La Svizzera inserisce FVG, Veneto e Emilia-Romagna nella “lista rossa”

05.12.2020 – 09.45 – Mentre il Friuli Venezia Giulia macina nella giornata di ieri altri mille contagi e nel frattempo il governo Conte autorizza il suo rientro nella “zona gialla”, la Svizzera aggiorna la sua “lista rossa” con la quale obbliga alla quarantena i viaggiatori esteri. Specificatamente il Friuli Venezia Giulia, il Veneto e l’Emilia-Romagna sono ora considerate zone “con rischio elevato di contagio”; a partire da oggi fino al 14 dicembre chi proviene da queste regioni dovrà sottoporsi a quarantena per ordine di legge. L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha incluso recentemente 12 nuovi paesi, tra cui San Marino e due land austriaci.

Non è mancato un pungente commento del presidente del Veneto Luca Zaia:
“Davanti ad uno Stato che si sceglie le comunità di un’altra nazione da mettere in quarantena, io, se fossi l’Italia chiederei con quale criterio è stata fatta questa scelta, decidendo, tra l’altro, quali Regioni sì e quelle no, e implicitamente affermando di non riconoscere più un’unità nazionale. Lo dice uno che vuole l’autonomia”.
“Mi sembra che la Svizzera non abbia più posti nelle terapie intensive – ha osservato Zaia – Se fossi il ministro degli Esteri, su una vicenda così interverrei”.
Come con la questione del turismo tra maggio-giugno 2020, stavolta il nodo della polemica è connesso alle piste da sci che la Svizzera ha scelto di riaprire, peraltro con una massiccia campagna pubblicitaria a favore del turismo estero.

[i.v.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore