Caso ”Centro Stupri”, chiusa la discoteca lignanese ”Kursaal”

25.6.2020 – 14:45 – La discoteca lignanese ”Kursaal”, è stata costretta a chiudere i battenti. Questo è quanto ordinato dal primo provvedimento della Questura di Udine come conseguenza del caso ”Centro Stupri” il quale, lo scorso 20 Giugno, aveva visto coinvolti alcuni ragazzi friulani. I giovani, avevano pubblicato foto e post di una loro serata nel celebre locale dove era stato prenotato un tavolo a nome ”Centro Stupri”. Nel corso della serata, tale dicitura, sembrerebbe essere comparsa anche su alcune magliette indossate dagli stessi ragazzi, tuttavia, le indagini hanno portato gli inquirenti a confermare che le t-shirt della vergogna non sono state indossate all’interno del locale ma con molta probabilità prima di effettuare l’accesso allo stesso, ossia, quando la compagnia aveva fatto ritrovo in alcuni ristoranti di San Daniele del Friuli.

Allo stato attuale delle cose, quasi tutti i profili social dei ragazzi sono già stati eliminati. Tra loro, secondo quanto riportato da TPI, c’erano anche alcune ragazze le quali hanno postato diverse foto con in mano il cartellino della prenotazione.

L’avvocato del titolare del Kursaal, Vincenzo Cinque, ha fatto sapere che il suo assistito si dissocia e condanna fermamente l’episodio. “Siamo parte lesa, – ha commentato il legale – avvieremo una richiesta di risarcimento. Stiamo inoltre pensando di organizzare una serata per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema, il cui ricavato verrà devoluto in beneficenza” – ha concluso Cinque.