Ad Auronzo la Triestina cede con onore, la Lazio vince 5-2 in amichevole

21.07.2019 – Primo test precampionato per la Triestina di mister Pavanel, subito contro un’avversaria di alto livello: la Lazio di Simone Inzaghi. Dopo una settimana di preparazione a Piancavallo, gli alabardati fanno visita ai capitolini, di stanza ad Auronzo di Cadore dove questi ultimi stanno svolgendo la preparazione estiva, per quella che è ormai una sfida abituale in estate: per la terza estate consecutiva, infatti, le due squadre si affrontano in amichevole nel precampionato. Inzaghi può già contare su quasi tutti i migliori uomini della sua rosa, mentre Pavanel decide di affidarsi ai suoi uomini di fiducia, lasciando in panchina i nuovi arrivati.

I biancocelesti partono bene e dopo appena 90″ trovano la rete con un’azione sulla destra conclusa dal tiro di Lulic, che però viene deviato da Immobile in posizione irregolare. Il punteggio rimane dunque sullo 0-0, ma per poco: dopo 7′, infatti, sono ancora Lulic e Immobile i protagonisti del vantaggio laziale, con l’esterno che va al cross dalla sinistra e il centravanti che da pochi passi manda in rete di testa. Il raddoppio arriva poco dopo, con Correa che va giù su un contrasto di Lambrughi e si guadagna il penalty, che lo stesso argentino trasforma spiazzando Offredi. A metà primo tempo, la prima occasione alabardata, con Maracchi che imbecca in verticale Granoche, il cui destro da posizione defilata viene deviato da Guerrieri. Altra grande occasione pochi minuti dopo, con Frascatore che batte un corner sul quale Malomo svetta battendo il portiere avversario, ma la sorte non gli è amica e la palla colpisce il palo. Ribaltamento di fronte e, al 27′, Offredi mette in corner un tiro di Correa. Sull’angolo, il Sergente Milinkovic – Savic svetta e trova la rete del 3-0. A pochi minuti dalla fine del primo tempo, altra occasione per gli alabardati, con Beccaro che dalla sinistra mette un bel cross morbido per Maracchi. Guerrieri è in giornata di grazia e alza la sfera in corner. L’ultima occasione di questi primi 45′ è il palo di Immobile. Si va al riposo sul 3-0.

A inizio ripresa, entrambi i tecnici cambiano qualcosa: Pavanel inserisce Scrugli, Codromaz, Steffè, Giorico e Procaccio, mentre Inzaghi inserisce Patric, Anderson, Parolo, Badelj, Jony, Adekanye e Caicedo. È la Triestina a trovare il gol: punizione mancina a rientrare di Frascatore, il neoentrato Codromaz appare dal nulla sul secondo palo e beffa la difesa avversaria con un rasoterra. Poco dopo, però, la Lazio ristabilisce le distanze, con Caicedo che incorna il cross di Lazzari. Altra occasione capitolina con Adekanye, che nell’uno contro uno non è abbastanza freddo da superare Offredi, sul ribaltamento di fronte Guerrieri nega la rete a Granoche. I ritmi si abbassano, fino al 21′, quando Adekanye conduce un contropiede concluso da Caicedo, che mette a segno la doppietta personale. Altra occasione per Granoche al 27′, quando l’uruguagio viene pescato da Mensah, ma Adamonis (che nel frattempo ha rilevato Guerrieri tra i pali) è prodigioso e nega ancora la rete a El Diablo. La gara si avvia verso la conclusione e Pavanel testa i giovani Ermacora e Marzola. Proprio quest’ultimo va a segno all’85’, sfruttando la torre di Mensah sul traversone di Scrugli. È di fatto l’atto conclusivo della partita di Auronzo, che la Triestina ha affrontato con onore contro una Lazio in buona forma e con ottime individualità. La gara di Auronzo, insomma, lascia alla Triestina delle buone indicazioni, nonostante la vittoria vada alla Lazio.

Lazio – Triestina 5-2 (7′ Immobile (L), 11′ Rig. Correa (L), 28′ Milinkovic (L), 1’st Codromaz, 4’st e 21’st Caicedo (L), 40’st Marzola)
Lazio: Guerrieri (56′ Adamonis); Vavro, Acerbi, Radu (46′ Patric), Lazzari; Lulic (46′ Anderson), Milinkovic (46′ Parolo), Cataldi (46′ Badelj); Luis Alberto (46′ Jony), Correa (46′ Adekanye), Immobile (46′ Caicedo). A disp: Silva. All. Simone Inzaghi
Triestina: Offredi, Formiconi (46′ Scrugli) , Malomo (46′ Codromaz), Lambrughi, Frascatore (83′ Ermacora), Beccaro (46′ Steffè), Coletti (46′ Giorico), Maracchi (67′ Salata), Mensah (88′ Vicaroni), Costantino (46′ Procaccio), Granoche (83′ Marzola). A disp: Rossi, De Luca, Gubellini, Loschiavo. All. Massimo Pavanel
Arbitro: Duzel (Castelfranco Veneto) Assistenti: Cioffredi, Codemo