All’Orto Lapidario, lo spettacolo “Morire per quattro monete. Winckelmann: l’ultimo viaggio”

29.06.2019 – 10.30 – E’ stato presentato nella giornata di ieri, venerdì 28 giugno, lo spettacolo “Morire per quattro monete. Winckelmann: l’ultimo viaggio“, di Marzia Vidulli Torlo e con regia di Andrea Collavino, che andrà in scena a partire dal 4 luglio presso l’Orto Lapidario del Museo dell’Antichità. Lo spettacolo, realizzato dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con il Comune di Trieste, è interpretato dallo stesso Collavino assieme a Riccardo Maranzana e Stefano Pettenella. Grazie al Silent System, gli spettatori che seguiranno lo spettacolo in cuffia, avranno la possibilità di ascoltare lo spettacolo in lingua italiana, inglese, tedesca e slovena.
La prima versione in lingua italiana di questa lettura itinerante multimediale è nata lo scorso anno quale coronamento dell’intitolazione del Museo dell’Antichità a nome del celebre studioso tedesco. Il successo ottenuto la scorsa stagione ha indotto lo Stabile regionale ad arricchire il progetto, facendone – attraverso la traduzione in più lingue – un’occasione per impreziosire l’offerta turistica cittadina e per rivolgersi in modo attrattivo agli stranieri che d’estate gravitano nel territorio.

“È un viaggio visivo e sonoro nel mondo interiore di questo grande storico dell’arte, archeologo e letterato” – spiega il regista Andrea Collavino – “Un percorso che il pubblico farà all’interno dell’orto lapidario venendo a contatto con i protagonisti di una vicenda che ancora rimane inspiegabile. Non è importante oggi cercare di risolvere l’enigma, ma rievocare il grande contributo che Winckelmann ha dato alla moderna storia dell’arte, con un atto artistico, che ci riconnetta all’uomo oltre che all’intellettuale. Perciò quella che gli spettatori faranno sarà un’esperienza sensoriale e immersiva fatta di suggestioni, provenienti da epoche e luoghi diversi. Un caleidoscopio di impressioni che ci riconduca all’idea del viaggio ultimo, dove le memorie si sovrappongono, svaniscono, lasciandoci infne più leggeri”.

La traccia drammaturgica di Marzia Vidulli Torlo, funzionario direttivo conservatore al Civico Museo di Storia ed Arte – Orto Lapidario, suggerirà dunque un interessante itinerario fra storia e “giallo”, fra l’arte e il mistero dell’assassinio di Winckelmann “per quattro monete”, in un’architettura del suono raffnata fatta di attori che recitano dal vivo, di registrazioni e di una suggestiva colonna sonora. Un assieme di emozioni e sensazioni che restituirà molte sfumature della fgura di Johann Joachim Winckelmann.
All’interpretazione di Andrea Collavino, Riccardo Maranzana e Stefano Pettenella dunque si alterneranno testimonianze registrate su Winckelmann e i suoi giorni a Trieste, restituite da altri interpreti.

“Morire per quattro monete. Winckelmann: l’ultimo viaggio” andrà in scena dal 4 luglio al 4 agosto ogni giovedì, venerdì, sabato, domenica alle ore 21.30. In caso di pioggia lo spettacolo va in scena ugualmente, negli spazi interni del museo in forma di lettura scenica.