Carnevale di Trieste 2019: sfilate, concerti e sfide culinarie per ogni Rione

24.02.2019 – 13.37 – Il Carnevale è ormai imminente: mentre il Porto Vecchio risuona del martellare degli artigiani al lavoro sui carri, stamattina si è svolta la consegna delle chiavi della città al Re e alla Regina del Carnevale, con in sottofondo la musica folk della ShowBand Vecia Trieste. Quest’edizione 2019 si preannuncia all’altezza delle precedenti, con alcuni immancabili appuntamenti – tra tutti la sfilata – e diverse originali sorprese.

Da giovedì 28 febbraio a lunedì 4 marzo per le iscrizioni gratuite al Carnevale di Trieste – riservate ai gruppi e alle maschere singole (sia adulti che bambini), sarà attivo l’Infopoint allestito in Piazza dell’Unità d’Italia 4b (piano stradale del Municipio) ogni giorno dalle 16 alle 19 (sabato 2 marzo anche dalle 11 alle 13).

Il Carnevale “triestino” si è distinto da sempre per la speciale attenzione riservata ai più piccoli e in tal senso l’edizione di quest’anno non farà eccezione: sono infatti previsti corsi mascherati e sfilate per i bambini a Servola, San Giovanni, Roiano, Borgo San Sergio, Barriera Vecchia e Valmaura. A grande richiesta tornano anche la musica e l’animazione in Piazza Unità sabato 2 marzo, dalle ore 14 e domenica 3 marzo, dalle ore 10.

Saranno otto quest’anno – con il ritorno di Borgo San Sergio – i rioni che si contenderanno il “Palio di Trieste2019 (detentore, Valmaura). Rispettivamente, in ordine di sfilata: Valmaura, Cittàvecchia San Giusto, Servola, Roiano, Barriera Vecchia, Rozzol, San Giovanni e Borgo San Sergio.
Diversissimi e originali i temi della sfilata, nello specifico: Valmaura – “Teste oltre le nuvole”; Cittàvecchia San Giusto – “Alice nel nostro paese delle meraviglie”; Servola – “Xe tutto un circo anche a Servola”; Roiano – “Ma che freddo fa”; Barriera Vecchia – “A tutta birra”; Rozzol – “Old Far West”, San Giovanni – “San Giovanni sogna “; e Borgo San Sergio – “Sfilata libera”.

Il tracciato del Corso mascherato sarà lo stesso dell’anno passato, dimostratosi il più adatto, tanto per le “maschere” quanto per i fotografi. La sfilata, presentata dallo speaker Maurizio Testi di Radio Punto Zero, da piazza Oberdan si snoderà lungo via Carducci, via Reti, via Imbriani e Corso Italia per sfociare in piazza dell’Unità d’Italia, dove si concluderà e dove, in attesa del verdetto e, al termine delle premiazioni, si scatenerà il ballo con dj.

L’animazione in Piazza Unità d’Italia durante il Corso Mascherato del 5 marzo e prima e dopo le premiazioni verrà curata anche quest’anno dallo Showman triestino Mauro Manni, che sarà affiancato dallo Staff del c’era una volta e dall’ospite speciale Angela Mangiavillano, speaker di Rdt Radio Station.

E anche quest’anno al Carnevale di Trieste ci sarà spazio per l’impegno sociale.
A precedere le premiazioni, sarà infatti l’esibizione del gruppo “Aperitivo silenzioso” con Barbara Cova e Francesca Lisjak (presidente ENS Ente Nazionale Sordi FVG), che assieme agli amici della LIS, interpreteranno alcuni brani con la lingua dei segni, unendo così al divertimento l’impegno sociale. L’incontro è pubblico, aperto a tutti ed è un appuntamento durante il quale Barbara e Francesca “canteranno” con le mani, nella lingua dei segni, brani molto noti, accompagnate da un video sul quale scorreranno le parole del testo, per poter seguire parola e segno corrispondente.

Il rione di Servola vanta una fiera tradizione carnevalesca e questo 2019 non sarà certo un’eccezione, con molteplici attività per ogni gusto. Si parte con il concorso per le migliori specialità culinarie: dopo la più bona jota servolana, i più boni fasoi e luganighe, i più boni gnocchi de pan, la miglior “Calandraca” e le più bone “Polpette col sugo”, quest’anno al Circolo Falisca, la sera di lunedì 4 marzo si premierà “el più bon pasticio coi qualsiasi sugo” (consegna entro le ore 17.30).

La Pizzeria Arcobaleno organizza invece una mostra di 20 opere sul tema del Carnevale dell’artista Lodovico Zabotto a cura del gruppo Amici Amèbe dal titolo “Sorrisi in maschera”.

Si entrerà poi nel vivo dei festeggiamenti giovedì 28 febbraio con la Sfilata delle scuole del rione di San Giovanni con partenza alle ore 10.00 (in caso di maltempo, la sfilata si svolgerà all’interno delle scuole) e arrivo al Centro Commerciale II Giulia dove alle 10.30 seguiranno animazione, giochi e musica. In serata, alle ore 18, al teatro di via San Cilino 99/1 si terrà il concerto, a ingresso libero, di Umberto Lupi e Deborah Duse dal titolo “A San Giovanni canta Trieste”.

Sempre a Servola, alle ore 15.30, si snoderà il consueto e immancabile “Corso delle Serve”, una delle più antiche tradizioni carnascialesche della zona. Accompagnato dalla Banda Refolo, partirà dal Ricreatorio Gentilli e si richiama alla consuetudine delle balie che portavano a spasso i figli dei signorotti, qui “cullati” su esilaranti carrozzine.

Venerdì 1 marzo in Barriera Vecchia, alle ore 10.00, con partenza dalla scuola Gaspardis di via Donadoni e con l’accompagnamento della Banda Refolo e la ShowBand Vecia Trieste (da quattro edizioni la banda ufficiale del Carnevale di Trieste) si terrà la tradizionale sfilata delle scuole del rione che, dopo un passaggio all’interno dell’Itis, si concluderà con una festa nell’oratorio San Vincenzo de’ Paoli.

Sempre venerdì, alle 10.00, nel rione di Borgo San Sergio prenderà il via la sfilata rionale che si concluderà con una festa nel campetto dell’oratorio che vedrà la presenza del personaggio del momento: Uolter, la boba de Borgo, impersonata da Flavio Furian.

Nel pomeriggio di venerdì, alle ore 16.30, a Servola sfileranno i Ricreatori comunali, con partenza e festa finale con tutti i Ricreatori al Ricreatorio Gentilli. L’animazione sarà curata da Mauro Manni e dalle 18 si ballerà con il dj Enzo Zippo. Il ritrovo è fissato alle 16.30, presso il Ricreatorio Gentilli, con partenza della Sfilata luminosa alle ore 17.00.

Non mancheranno ovviamente gli altri rioni, da sempre in competizione: Roiano, sabato, alle ore 15.00, proporrà il suo 21° Corso Mascherato a tema libero con accompagnamento della Filarmonica Santa Barbara e sosta in Piazza Tra i Rivi. Al termine, premiazioni del Concorso mascherato a tema libero festa finale accompagnata dai percussionisti Drum Squad con dolci e cioccolata calda presso il Centro Giovanile di via dei Moreri. A chiudere in bellezza, alle 20, il concerto dei Funkimage.

Appuntamento per i bambini anche in piazza Unità d’Italia, dalle ore 14.00, con Musica e animazione.

Domenica 3 marzo, alle ore 15.30, a Servola, si svolgerà il Corso Mascherato rionale aperto a tutti con maschere e carri e l’accompagnamento della Banda Refolo. In mattinata, Musica e animazione per i bambini dalle ore 10 in Piazza Unità.

Lunedì 4 marzo al Circolo “Falisca” si svolgerà il concorso con iscrizione gratuita per el più bon pasticcio con qualsiasi sugo de Servola e al termine, dopo le premiazioni, musica dal vivo.

A Valmaura, dalle 16, sfilata rionale con l’allietamento della Guggefafraia e festa finale con gara di torte al Circolo del Giovane di via degli Inchiostri.

E si arriva così al momento più atteso, martedì 5 marzo con il 28° Corso mascherato valido per il “Palio di Trieste”, concorso a cui partecipano principalmente i rioni di Trieste, ma che è aperto a tutti e che prenderà il via alle ore 14.00 da Piazza Oberdan. La sfilata sarà accompagnata dallo speaker Maurizio Testi, da otto anni voce ufficiale del Carnevale di Trieste. Al termine, si farà festa in piazza con la musica del dj Mauro Manni e l’animazione affidata allo Staff del C’era una volta; sul palco saliranno poi tutte le bande per esibirsi a rotazione.

In serata, la festa su sposterà nei locali di Servola dove poi, alle 24, si terrà la Veglia funebre per il povero Cornelio.

Ultimo spettacolare atto del Carnevale, il Mercoledì delle Ceneri con il rituale Funerale che si terrà a Servola, dove il Corteo funebre accompagnato – per la prima volta – dalla Banda Niu Orlians partirà alle 15.30 con moglie, amante e figli addolorati per concludersi con il consueto e pittoresco Rogo.