30.6 C
Trieste
martedì, 28 Giugno 2022

Viabilità: domenica chiusa l’A28, messa in sicurezza delle pareti rocciose sulla A4

14.09.2018 – 08.01 – Mentre l’apparato di operai, macchine e funzionari di Autovie Venete prosegue l’impresa della terza corsia, verranno svolti questo fine settimana due interventi minori, ma non meno importanti, rispettivamente sulla Autostrada A28 e sulla A4 tra Redipuglia e Lisert.

Nel primo caso, la A28 (Portogruaro- Conegliano) verrà chiusa nella mattinata di domenica 16 settembre per quattro ore, dalle 6.00 alle 10.00 nel tratto fra Sacile Ovest e Godega di Sant’Urbano, in entrambe le direzioni. L’intervento non interesserà direttamente la strada, ma la linea elettrica, per cui si è dovuto adottare le massime precauzioni onde evitare incidenti.

Molto più invasivo l’intervento previsto sulla A4 nel tratto compreso tra Redipuglia e Lisert in entrambe le direzioni: verranno infatti messe in sicurezza le pareti rocciose lungo la strada. Un lavoro che rientra nel programma complessivo che Autovie Venete ha pianificato per tutte le pareti in roccia e che, nei prossimi due anni, interesserà 22 punti per una superficie complessiva di 26 mila metri quadri.

I lavori, che saranno realizzati dalla società Dolomiti Rocce (per circa 2 milioni di euro) nel tratto tra Sistiana e Duino, interessa tre punti distinti, per complessivi 500 metri. La fase iniziale prevede la pulizia dai massi instabili in superficie e il taglio della vegetazione. A operare sul posto ci sono un gruista che posiziona le reti di protezione, il capocantiere e cinquetecnici rocciatori”. Il loro compito è quello di togliere le preesistenti reti di protezione a mono torsione e di stendere quelle a doppia torsione costruite da materiale zincato e in parte plastificato per prevenire gli agenti corrosivi del sale ed eventuali rotture accidentali. Quindi il team inserirà in fori nella roccia profondi tre metri una serie di chiodi che fungeranno da tirante alle funi di collegamento le quali, agganciate con speciali anelli, terranno in aderenza alla parete rocciosa la rete di protezione.

Le scarpate di roccia laterali all’autostrada subiscono, negli anni, modifiche dovute all’azione degli agenti atmosferici – in particolare l’alternarsi del gelo e del disgelo che “spacca” la roccia – con gravi danni e nei casi al limite, cadute di detriti sulla strada sottostante. Le pareti nel tratto in questione nell’insieme sono stabili e vengono controllate periodicamente, ma in superficie presentano ormai un’erosione non indifferente.

I lavori dureranno fino alla fine di novembre, ma non vi saranno ripercussioni sul traffico, perché il cantiere è stato allestito in maniera minimale: la corsia di emergenza è stata allargata tramite deviazioni con il posizionamento di new jersey e la circolazione continuerà a scorrere sulle “solite” due corsie.

Per i più curiosi, si allega in calce all’articolo il video:

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore