11.6 C
Trieste
venerdì, 9 Dicembre 2022

Raffica di Bora a 140 all’ora nella notte, proprio come nella canzone di Ivan Graziani

17.1.2017 | 7.38 – Raffica di Bora a 140 all’ora nel corso della notte a Trieste. Il vento soffierà molto forte sulla costa per tutta la giornata e, in genere, da moderato a sostenuto da nord-est sul resto della regione, forte e molto freddo ad alta quota. Sul Tarvisiano e sul Carso probabili fasi di nevischio.

140 all’ora proprio come il titolo della canzone del 1983 di Ivan Graziani, tratta dall’album “Ivan”, che ha come protagonista la Bora di Trieste che cliccando qui potete riascoltare. 

Finora a Trieste una trentina di interventi dei vigili del fuoco causati da rami caduti, antenne pericolanti e danni ai cornicioni dei palazzi. In largo Barriera il vento ha danneggiato un cavo elettrico, anche qui la situazione è stata sistemata dai vigili del fuoco, che oggi saranno costretti a un super lavoro durante tutta la giornata.

 

Per chi non lo ricordasse, ecco il testo di “140 all’ora” di Ivan Graziani:

Volta la testa verso Capodistria
e respira forte il vento di Nord-Est
cerca di indovinare le facce sulle rocce
che dormono silenziose lungo i viali.
Domani torneremo in via Strabona
a guardare l’oro antico degli ebrei
sono ansioso di vedere l’allegria negli occhi tuoi
mentre vivi il mondo che da vent’anni ti appartiene.

140 all’ora, 140 all’ora
senti come tira forte il vento ora
140 all’ora, 140 all’ora
senti come tira forte il vento.

Bora misteriosa di Trieste
ci ha investito all’improvviso nella via
volavano le gonne delle zingare slovene
le ginocchia nude ti ho sentito mia
e tenerti stretta era quasi un gioco
quei vestiti maledetti tra di noi
ricordo le parole, si gelava il nostro fiato
“Se ti abbandoni a questo vento ti troverai smarrito”

140 all’ora, 140 all’ora
senti come tira forte il vento ora
140 all’ora, 140 all’ora
senti come tira forte il vento.

Alle sei davanti al bar della stazione
arrossendo per la gente che era lì
la notte sospirava ancora dentro i tuoi capelli
perché non così corti i momenti belli?
Mi hai detto qualcosa nell’orecchio
nel tuo dialetto così dolce e cristallino,
qualcosa come “Non dimenticarmi mai”
ma già cambiava il paesaggio al finestrino.

140 all’ora, 140 all’ora
senti come fila forte il treno
ora 140 all’ora, 140 all’ora
senti come fila forte il treno.

spot_img
Roberto Toffolutti
Roberto Toffoluttihttps://www.triesteallnews.it
Giornalista professionista. Redazione Trieste All News

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore