18.3 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Antonella Grim, unica candidata, eletta segretario regionale del Partito Democratico

CRONACA Dall’assessore della giunta Cosolini, renziana della prima ora,  l’impegno di portare in Regione lo slancio di rinnovamento promesso da Renzi a livello nazionale

17.2.14 | 8.05 – Come da copione”, in quanto candidata unica, la triestina Antonella Grim è stata proclamata, nel corso dell’assemblea congressuale tenuta a Pasian di Prato (Udine), segretario regionale del Partito Democratico del Friuli Venezia Giulia.

A “benedire” l’elezione, la Presidente Serracchiani, che molto si è spesa per arrivare alla candidatura unitaria (o unica) e il grande mentore della neo segretaria, il senatore Ettore Rosato; presente in sala anche il sindaco di Trieste, Cosolini.

Nel corso del suo intervento programmatico davanti all’assemblea, la Grim ha detto: «saremo noi gli attori del cambiamento, stimoleremo e sosterremo, con coraggio e nuove idee, la cruciale sfida delle riforme. Saremo un partito europeo, riformista e di governo. Personalmente, come segretaria regionale del Pd, mi impegnerò da subito per portare in Fvg lo slancio riformatore e di rinnovamento promesso da Renzi a livello nazionale».

Affrontando i temi dell’economia e del lavoro, la Grim ha ribadito : «sono convinta che tutte le discussioni aperte dalla Regione con il precedente esecutivo verranno portate avanti, anzi, rilanciate con grande impegno e determinazione, come fatto finora dalla presidente Serracchiani e dalla sua giunta».

Dichiarando ovviamente il sostegno del Pd regionale alla politica sostenuta dalla giunta Serracchiani, la neo segretaria, sempre nel corso della sua relazione ha dichiarato : «la presidente Serracchiani e la sua Giunta hanno avviato un percorso difficile e ambizioso, hanno ridotto i costi della politica e avviato riforme cruciali, dalla sanità agli enti locali fino al Piano industriale».

Nel suo intervento – anche per rispondere alle ipotesi che la vorrebbero impegnata nell’ormai prossimo “governo Renzi”la presidente Debora Serracchiani ha ripetuto che manterrà e rispetterà l’impegno in Regione, ma che ha la volontà di consolidare il suo ruolo nazionale in seno al Partito Democratico. «La Giunta regionale – ha chiosato Serracchiani – lavora per cambiare le cose e noi cambieremo le cose per dare un futuro al Fvg, anche difendendo la specialità della Regione. Avremo il coraggio di spiegare alla gente che in questi anni in Friuli Venezia Giulia vivremo di riforme».

Sono diverse le sfide che attendono la segretaria Pd che, tra l’altro, dovrà anche convincere con i fatti, una parte della “base” del partito che non ha molto apprezzato la “sintesi” che ha portato alla sua candidatura.
Le prime sfide, sono il lavoro, con i temi caldi di Electrolux e Ferriera, ma anche la riforma della sanità regionale, argomento che toccando tutti i cittadini (nessun escluso) potrà causare parecchi “mali di pancia”.

Nel corso dell’assise congressuale di oggi, è stato anche eletto il presidente dell’assemblea, Salvatore Spitalieri e rinnovati i membri della segreteria.

 

Marco Bonini

(Riproduzione_riservata)

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore