11.6 C
Trieste
mercoledì, 28 Settembre 2022

Bufera Esatto, il 7 gennaio lo sciopero del personale

CRONACA Sportelli sotto assedio dei contribuenti alle prese con Imu e Tares: ieri l’assemblea sindacale

14.12.2013 | 19.19 – A seguito dell’assemblea di ieri che aveva causato non pochi disagi agli utenti, i lavoratori di Esatto Spa hanno ribadito lo stato di agitazione di tutto il personale, proclamando uno sciopero per il 7 gennaio 2014 e il blocco delle prestazioni di lavoro straordinario. «La data – prosegue la nota – è stata individuata con l’intento di arrecare il minor disagio possibile all’utenza». In questi giorni gli uffici della società per la gestione delle entrate comunali sono “presi d’assedio” da una media di 400 persone al giorno, contribuenti alle prese con la prossima scadenza dell’Imu (il 16 dicembre) o con problemi riguardanti la Tares, la cui scadenza però è stata posticipata per tutti al 30 aprile. 

Le rivendicazioni dei dipendenti sono di natura salariale, come «la mancata erogazione del premio produttività 2012, il mancato riconoscimento aumenti retributivi previsti e la sospensione della  maturazione degli scatti di anzianità». Sulla questione è intervenuto anche il sindaco Cosolini (il Comune di Trieste, detiene il 66,7% della società) che, stigmatizzando l’assemblea di ieri, stamani ha così twittato: “#Trieste l’assemblea sind. Esatto in giorni cruciali per il servizio: un diritto o un atto di forza di dip.stabili verso cittadini più deboli?”.

Marco Bonini

( riproduzione riservata)

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore