8.4 C
Trieste
giovedì, 8 Dicembre 2022

Trieste, omicidio ‘Rotta e Demenego’, la Questura li ricorda a tre anni dalla tragedia

04.10.2022 – 09:44 – Sono già passati tre anni da quel fatidico 4 Ottobre 2019 quando, nel pomeriggio, il cittadino dominicano Alejandro Augusto Stephan Meran, tradotto presso la Questura di Trieste per un furto di un motorino, dopo aver ottenuto il permesso di andare in bagno era riuscito a sfilare le pistole a due agenti facendo fuoco contro di loro, uccidendoli a sangue freddo. Stiamo parlando di Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, oggi ricordati semplicemente come “I Figli delle Stelle”, soprannome dato alla coppia in richiamo alla celebre canzone del cantautore napoletano, Alan Sorrenti; canzone che i due erano soliti ad ascoltare prima di iniziare il loro turno di notte. Nella mattinata odierna, una corona d’alloro in loro memoria è stata depositata presso il famedio della Questura. Alla cerimonia, hanno preso parte il Questore Pietro Ostuni ed il Prefetto di Trieste, Annunziato Vardè. Oggi i due poliziotti vengono ricordati anche con una messa. Nel processo di primo grado il sudamericano è stato assolto in quanto non imputabile per vizo mentale. Per lui è stata disposta la detenzione in una REMS per 30 anni, struttura che purtroppo ad oggi non si trova poichè le poche presenti in Italia sono già al completo. Attualmente, il magistrato responsabile sta redigendo l’atto d’appello il quale dovrebbe essere depositato entro il 15 ottobre. Il processo di secondo grado avrà luogo nel 2023. Meran dovrà quindi sottoporsi ad una terza perizia psichiatrica.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore