16.7 C
Trieste
domenica, 25 Settembre 2022

Croazia, cala la popolazione. Diminuiti anche cittadini italiani e di madrelingua italiana

23.09.2022 – 10:25 – Come accade da ormai circa un ventennio, anche quest’anno, i dati del censimento redatto dall’Istituto Nazionale di Statistica DZS nell’ambito dell’annata 2021, mostrano che la popolazione complessiva della Repubblica di Croazia e in piena discesa. In un anno, infatti, è stato perso quasi il 10% della popolazione, dato che si è ripercosso anche sulla consistenza numerica delle minoranze nazionali. A renderlo noto il quotidiano “La voce del Popolo”, giornale italiano dell’Istria, di Fiume e del Quarnero. Se si osservano i dati diffusi nelle scorse ore è possibile apprendere che i nostri connazionali in Croazia rappresentano oggi il 0,36% della popolazione; persi in dieci anni circa lo 0,6% di cittadini. Lo 0,8% in 21 anni. In termini numerici, i cittadini che si sono dichiarati di nazionalità italiana quest’anno sono stati 13.763; nel 2011 erano 17.507, mentre nel 2001 19.636. In calo anche i cittadini che si sono dichiarati di madrelingua italiana: stavolta sono stati 12.890, dieci anni fa erano 18.573 mentre vent’anni fa erano stati 20.531. Attualmente, il numero dei cittadini di madrelingua italiana è inferiore al numero di quelli di nazionalità italiana. Gli italiani di Croazia, nella vicina Repubblica, sono una minoranza nazionale di lingua italiana riconosciuta in Croazia, rappresentata dall’Unione Italiana. La comunità italiana in Croazia è formata prevalentemente da autoctoni (istriani autoctoni di lingua italiana), specie nell’Istria croata, ma anche da espatriati, specialmente nella capitale (Zagabria), mentre nelle città del litorale adriatico, soprattutto a Fiume e a Pola, è costituita da comunità autoctone di lingua italiana.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore